Differenze tra le versioni di "Articolo 58 del Codice penale della Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa"

m
L<nowiki>'</nowiki>'''articolo 58''' del codice penale della [[Repubblica Sovietica Federale Socialista Russa]] introdotto il [[25 febbraio]] [[1927]] è l'articolo che puniva le cosiddette "attività controrivoluzionarie" in Russia nel periodo sovietico. [[Aleksandr Isaevič Solženicyn]] nella sua monumentale opera [[Arcipelago Gulag]] analizza in dettaglio tale articolo e mostra come qualunque attività svolta da qualunque persona potesse essere interpretata alla luce di tale articolo come "attività controrivoluzionaria". Si fa inoltre presente che le altre repubbliche dell'[[URSS]] avevano codici penali praticamente uguali. Questo articolo ha trovato l'apice dell'applicazione nelle [[Grandi purghe]].
 
== Struttura dell'articolo ==
* 58-12-non denuncia di attività controrivoluzionaria da parte di un civile: almeno 6 mesi di prigione.
* 58-13-attiva lotta contro i movimenti rivoluzionari o appoggio allo zar o al governo controrivoluzionario durante la guerra civile: fino alla pena di morte con confisca dei beni.
* 58-14-(emesso il [[6 giugno]] [[1937]]) sabotaggio controrivoluzionario, ossia cosciente non esecuzione o deliberata imprudenza nel compiere i propri doveri con lo scopo di sabotare le attività statali: almeno 1 anno di prigione e, in casi più gravi, fino a pena di morte con confisca dei beni.
 
Il limite massimo delle condanne al carcere era di 25 anni; non era previsto l'[[ergastolo]].
2 942 666

contributi