Differenze tra le versioni di "Emma Bonino"

m (Bot: overlinking giorni e mesi dell'anno e modifiche minori)
Nei giorni immediatamente precedenti alla formazione del [[governo Prodi II|secondo governo Prodi]], Bonino chiese per sé il [[Ministero della Difesa]], che in quel momento sembrava destinato a [[Clemente Mastella]], al quale poi andrà il dicastero della Giustizia: al termine di varie riunioni, l'esponente radicale è entrata a far parte del secondo esecutivo guidato dal "Professore" in qualità di Ministro per gli Affari Europei.
 
Il 17 maggio [[2006]] è stata nominata ministro delle Politiche Europee del governo [[governo Prodi II|Prodi II]]. Per la prima volta nella storia un esponente radicale diventa ministro.
 
Il 18 maggio [[2006]] viene istituito il Ministero per il Commercio internazionale che viene affidato ad Emma Bonino, che mantiene anche le competenze in materia di Politiche Europee.
Utente anonimo