Differenze tra le versioni di "Chiesa di San Lorenzo in Palatio ad Sancta Sanctorum"

La chiesa si trova all’interno del complesso edilizio che conserva la [[Scala Santa]] presso la [[basilica di San Giovanni in Laterano]]. In origine questo palazzo era il palazzo patriarcale, sede del [[Diocesi di Roma|vescovo di Roma]], e la chiesa era la cappella privata del pontefice: oggi essa è ciò che resta dell’antico palazzo patriarcale. La più antica menzione della chiesa si trova nella biografia di [[papa Stefano III]] ([[768]]-[[772]]); essa fu restaurata da [[Onorio III]] ([[1216]]-[[1227]]) e ricostruita da [[Niccolò III]] (nel [[1278]]); nel [[XVI secolo]] [[papa Sisto V]] fece traslocare qui la [[Scala Santa]], che ora serve da accesso alla chiesa.
 
La chiesa è conosciuta anche come ''Sancta Sanctorum'' (lett. «le cose sante tra le sante»), nome che rievoca quella parte del [[tempio di Gerusalemme]] ove era custodita l’[[Arca dell'Alleanza]], e questo titolo gli deriva dal fatto che in essa erano custodite le più preziose reliquie cristiane, tra cui il [[SacroSanto prepuzio|prepuzio]] di Gesù bambino, i suoi sandali, il divano su cui assistette all'ultima cena, il bastone con cui fu percosso il suo capo coronato di spine, le teste dei santi Pietro e Paolo, e molte altre. Molte di queste reliquie sono oggi scomparse o conservate altrove.
 
Internamente la chiesa è stata decorata dai [[Cosmati]], secondo un’iscrizione interna: ''Magister Cosmatus fecit hoc opus''.
721

contributi