Differenze tra le versioni di "Cabala ebraica"

nessun oggetto della modifica
 
{{NN|ebraismo|agosto 2013}}
{{Protetta}}
 
[[File:Tree of Life, Medieval.jpg|thumb|300px|right|L'[[Albero della vita (Cabala)|Albero della vita]], rappresentazione simbolica delle leggi dell'universo nella Cabala]]
 
 
Viene ammesso che alcuni ebrei raggiungono la "vera comprensione" di questa "scienza" persino prima della rivelazione in altri approcci di studio meno approfonditi o elevati, anche se sempre riguardanti la Torah; anche se questo succede, essi non trascurano nemmeno lo studio del Talmud.
 
== Teorie storico-fenomenologiche sulla Cabala in Occidente ==
{{vedi anche|Cabala (esoterismo)}}
La Tradizione della Qabbalah riverbera nel genere letterario dell'apocalittica. Prima di giungere in età neo-testamentaria e trovare il famoso Libro dell'Apocalisse (che chiude la Bibbia nella forma in cui la conoscono i moderni), si dovranno ricordare testi fondamentali di questa tradizione tra cui i libri [[apocrifi]] (non inclusi nel canone biblico) di [[Enoch]] e il canonico Libro del profeta [[Ezechiele]] (il cui primo capitolo è la base della dottrina della Merkavah), scritto al tempo dell'uscita dalla cattività in [[Babilonia]] e la ricostruzione del Tempio di [[Gerusalemme]].
 
Gli scavi archeologici di [[Qumran]] e [[Nag Hammâdi]] hanno rivelato quanto fosse viva questa tradizione e quanti altri scritti l'abbiano arricchita prima di svanire con la distruzione del secondo Tempio e la Diaspora.
Nel Medioevo, questa tradizione tornò visibile mediante la pubblicazione (soprattutto in Spagna, ad opera degli Ebrei Sefarditi) di scritti come il Bahir (Libro della Chiarezza) e lo [[Zohar]] (Libro dello Splendore), che furono le basi della penetrazione della Qabbalah nel pensiero occidentale.
Tuttavia, l'espulsione degli ebrei dalla Spagna ad opera di re [[Ferdinando il Cattolico]] eclissò nuovamente questa tradizione, che riparò a Saféd, in Galilea. Qui attecchirono nuove importantissime opere, tra le quali svetta Etz Chaim "L'Albero della Vita", in cui sono riportati gli insegnamenti di [[Isaac Luria]], che aprì la Qabbalah al pensiero moderno.
 
Dagli insegnamenti di Isaac Luria derivò la dottrina di [[Nathan di Gaza]], che individuò in [[Sabbatai Zevi|Shabbatai Tzevi]], un ebreo di Izmir, il nuovo Messia che avrebbe dovuto riportare gli ebrei della diaspora in [[Israele]].
Su questa operazione investirono ingenti risorse molti ebrei europei, soprattutto i banchieri d'Olanda e Germania; tuttavia non andò a buon fine e, addirittura, [[Sabbatai Zevi|Shabbetai Tzevi]] si convertì all'Islam.
Questo paradosso fu accolto come necessità di comprendere la [[Diaspora]]. La conversione forzata al cattolicesimo che avevano dovuto subire gli ebrei d'Europa si apriva adesso anche all'[[Islam]] (trovando nella dottrina [[Sufi]] l'equivalente analogo della Qabbalah).
 
In ogni caso, la dottrina di [[Isaac Luria]] (che contiene elementi di interpretazione della trasmigrazione delle anime e del significato profondo della vita), venne importata in [[Europa]] – soprattutto da [[Dunmeh|Jakob Frank]] – e in Germania, dove divenne riferimento dottrinale di alcuni ambienti massonici presso i quali l'Ordine degli Illuminati aveva influenza.
Soprattutto a questa connessione si deve il distacco di alcune ruote massoniche dall'alveo tradizionale occidentale del cristianesimo esoterico per entrare nella dimensione pienamente cabalistica.
 
Per via dei contatti tra ambienti tedeschi e inglesi (precisamente: tra Theodor Reuss e William Wynn Westcott), dobbiamo considerare come la dottrina della Qabbalah abbia fatto il suo ingresso nel moderno mondo occidentale per mezzo della controtradizione della [[Golden Dawn]].
 
== Testi principali ==
 
Gli amuleti, quando validi e citati anche nel Talmud, non esprimono magia o stregonerie, ma preghiere e [[Tiqqun]]im.
== Il bene ed il male ==
{{vedi anche|Etica ebraica|Messia|Mondo Superiore|Tiqqun|Zaddiq}}
Non v'è male in Dio, come disse anche [[Re David]]:
 
{{quote|...il male non "dimora" presso di Te...|''[[Libro dei Salmi]]''}}
 
{{vedi anche|Adam|Albero della conoscenza del bene e del male|Altro lato|Hester Panim|Peccato originale}}
 
=== Elenco di voci correlate ===
 
[[Dio (Ebraismo)|Dio]]:
*[[Ein Sof]]
*[[Nomi di Dio nella Bibbia]]
*[[Sefirot]]
*'''[[Shekhinah]]'''
 
Mondo:
*[[Bereshit (parashah)]]
*[[Calendario ebraico]]
*[[Cinque Mondi]]
*[[Luce celeste]]
*[[Tzimtzum]]-[[Nequdim]]-[[Creazione (teologia)]]
 
Uomo:
*[[Etica ebraica]]
*[[Mitzvah]]-[[Mitzvot]] e [[Chuqqim]]
*[[Teshuvah]]
*[[Yetzer haTov]]
 
== Interesse attuale per la Cabala ==
Escludendo dottrine false o con argomentazioni e concezioni deviate, immorali o peccaminose, l'interesse di oggi per la Cabala e l'Ebraismo in genere di molta parte dell'umanità, come mai successo nella storia passata, sembra la realizzazione di molte profezie ebraiche non potendo negare molte opinioni ebraiche contrarie all'avvicinamento alla Cabala, ad esempio non vissuta unitamente alla volontà di compiere ed osservare le Mitzvot secondo una sincera [[Teshuvah]]; non si possono altresì negare le profezie sullo spirito che nell'era messianica investe molti ebrei e persino alcuni dei loro servi ed ancora l'insegnamento profetico sulla competenza in [[Halakhah]] e nei metodi di interpretazione della Torah, nell'era messianica presente in tutti gli ebrei, prima o dopo: viene profetato infatti che nell'era messianica nessun ebreo ha bisogno di direttive di Maestri (ma non può stare senza essi e senza la loro guida) perché, come citato poc'anzi, ognuno è esperto nella Legge. Secondo altre opinioni lo studio della Cabala risulta attraente e illuminante anche per la stessa osservanza delle Mitzvot e per l'amore di Dio e della Torah, seppur con i limiti concessi: esse accettano infatti che l'anima viene illuminata e brilla di salvezza tramite tale studio finanche preparata per l'era messianica completa e per il Mondo futuro.<br />Resta quindi innegabile l'impossibilità di comprendere o concepire i concetti e le idee mistiche ebraiche per la maggioranza dell'umanità nonché il divieto di trasmetterne oralmente i principi a chi non preparato interiormente e spiritualmente.<br />Quanto all'avvicinamento di coloro che non appartengono al [[popolo ebraico]] o non [[Ghiur|Gher]], è possibile la comprensione "''letterale''" dei testi e degli insegnamenti "[[Monte Sinai|Sinai]]-''tici''" - anche su livelli differenti per la totalità del popolo ebraico essi furono inizialmente trasmessi per intero appunto anche poi [[Mosè]] che fu comunque anche Profeta ebreo e [[Zaddiq]] di elevati livelli - e [[Rabbini del Talmud|rabbinici]] (cfr anche [[Ebraismo rabbinico]]) o di alcuni di essi: tale livello esegetico è definito ''Pshat'' in ebraico e, pur se considerato livello "semplice", esso non è raggiungibile da tutti.
 
[[Mosè Cordovero]] ammonì (''Or Ne'erav'': ''La Luce gradita'', edito anche in italiano) contro coloro che non hanno fede o non credono nell'esistenza della Qabbalah ebraica.
 
== Confronto? ==
 
Pare, e vi sono edizioni testuali in commercio, sia resa nota una [[Cabala cristiana]] e/o cattolica, differente da quella ebraica.</br>Non riguarda comunque riferimenti alla teoria dell'origine "''stoica''" della Cabala ebraica, dall'ebraismo non accolta.
 
{{vedi anche|Canone della Bibbia}}
 
== Esponenti della Cabala ==
Nell'anime [[Neon Genesis Evangelion]], anime tra l'altro costruito sulla Cabala stessa e pieno di riferimenti biblici, nel film [[The End of Evangelion]] (finale della serie animata), nove unità [[Evangelion]], riconducibili alle figure delle Sephirot, insieme all'Unità 01, riconducibile alla Sephirot Tiferet, formano la Cabala in cielo. Inoltre, l'Unità 01, che ormai possiede ''il frutto della vita e della conoscenza'' (altro riferimento biblico), ritorna al "principio", ovvero all'"Albero della Vita".
 
== Teorie storico-fenomenologiche sulla Cabala in Occidente ==
== Il bene ed il male ==
{{vedi anche|EticaCabala ebraica|Messia|Mondo Superiore|Tiqqun|Zaddiq(esoterismo)}}
La Tradizione della Qabbalah riverbera nel genere letterario dell'apocalittica. Prima di giungere in età neo-testamentaria e trovare il famoso Libro dell'Apocalisse (che chiude la Bibbia nella forma in cui la conoscono i moderni), si dovranno ricordare testi fondamentali di questa tradizione tra cui i libri [[apocrifi]] (non inclusi nel canone biblico) di [[Enoch]] e il canonico Libro del profeta [[Ezechiele]] (il cui primo capitolo è la base della dottrina della Merkavah), scritto al tempo dell'uscita dalla cattività in [[Babilonia]] e la ricostruzione del Tempio di [[Gerusalemme]].
Non v'è male in Dio, come disse anche [[Re David]]:
 
Gli scavi archeologici di [[Qumran]] e [[Nag Hammâdi]] hanno rivelato quanto fosse viva questa tradizione e quanti altri scritti l'abbiano arricchita prima di svanire con la distruzione del secondo Tempio e la Diaspora.
{{quote|...il male non "dimora" presso di Te...|''[[Libro dei Salmi]]''}}
Nel Medioevo, questa tradizione tornò visibile mediante la pubblicazione (soprattutto in Spagna, ad opera degli Ebrei Sefarditi) di scritti come il Bahir (Libro della Chiarezza) e lo [[Zohar]] (Libro dello Splendore), che furono le basi della penetrazione della Qabbalah nel pensiero occidentale.
Tuttavia, l'espulsione degli ebrei dalla Spagna ad opera di re [[Ferdinando il Cattolico]] eclissò nuovamente questa tradizione, che riparò a Saféd, in Galilea. Qui attecchirono nuove importantissime opere, tra le quali svetta Etz Chaim "L'Albero della Vita", in cui sono riportati gli insegnamenti di [[Isaac Luria]], che aprì la Qabbalah al pensiero moderno.
 
Dagli insegnamenti di Isaac Luria derivò la dottrina di [[Nathan di Gaza]], che individuò in [[Sabbatai Zevi|Shabbatai Tzevi]], un ebreo di Izmir, il nuovo Messia che avrebbe dovuto riportare gli ebrei della diaspora in [[Israele]].
{{vedi anche|Adam|Albero della conoscenza del bene e del male|Altro lato|Hester Panim|Peccato originale}}
Su questa operazione investirono ingenti risorse molti ebrei europei, soprattutto i banchieri d'Olanda e Germania; tuttavia non andò a buon fine e, addirittura, [[Sabbatai Zevi|Shabbetai Tzevi]] si convertì all'Islam.
Questo paradosso fu accolto come necessità di comprendere la [[Diaspora]]. La conversione forzata al cattolicesimo che avevano dovuto subire gli ebrei d'Europa si apriva adesso anche all'[[Islam]] (trovando nella dottrina [[Sufi]] l'equivalente analogo della Qabbalah).
 
In ogni caso, la dottrina di [[Isaac Luria]] (che contiene elementi di interpretazione della trasmigrazione delle anime e del significato profondo della vita), venne importata in [[Europa]] – soprattutto da [[Dunmeh|Jakob Frank]] – e in Germania, dove divenne riferimento dottrinale di alcuni ambienti massonici presso i quali l'Ordine degli Illuminati aveva influenza.
=== Elenco di voci correlate ===
Soprattutto a questa connessione si deve il distacco di alcune ruote massoniche dall'alveo tradizionale occidentale del cristianesimo esoterico per entrare nella dimensione pienamente cabalistica.
 
Per via dei contatti tra ambienti tedeschi e inglesi (precisamente: tra Theodor Reuss e William Wynn Westcott), dobbiamo considerare come la dottrina della Qabbalah abbia fatto il suo ingresso nel moderno mondo occidentale per mezzo della controtradizione della [[Golden Dawn]].
[[Dio (Ebraismo)|Dio]]:
*[[Ein Sof]]
*[[Nomi di Dio nella Bibbia]]
*[[Sefirot]]
*'''[[Shekhinah]]'''
 
Mondo:
*[[Bereshit (parashah)]]
*[[Calendario ebraico]]
*[[Cinque Mondi]]
*[[Luce celeste]]
*[[Tzimtzum]]-[[Nequdim]]-[[Creazione (teologia)]]
 
Uomo:
*[[Etica ebraica]]
*[[Mitzvah]]-[[Mitzvot]] e [[Chuqqim]]
*[[Teshuvah]]
*[[Yetzer haTov]]
 
== Interesse attuale per la Cabala ==
Escludendo dottrine false o con argomentazioni e concezioni deviate, immorali o peccaminose, l'interesse di oggi per la Cabala e l'Ebraismo in genere di molta parte dell'umanità, come mai successo nella storia passata, sembra la realizzazione di molte profezie ebraiche non potendo negare molte opinioni ebraiche contrarie all'avvicinamento alla Cabala, ad esempio non vissuta unitamente alla volontà di compiere ed osservare le Mitzvot secondo una sincera [[Teshuvah]]; non si possono altresì negare le profezie sullo spirito che nell'era messianica investe molti ebrei e persino alcuni dei loro servi ed ancora l'insegnamento profetico sulla competenza in [[Halakhah]] e nei metodi di interpretazione della Torah, nell'era messianica presente in tutti gli ebrei, prima o dopo: viene profetato infatti che nell'era messianica nessun ebreo ha bisogno di direttive di Maestri (ma non può stare senza essi e senza la loro guida) perché, come citato poc'anzi, ognuno è esperto nella Legge. Secondo altre opinioni lo studio della Cabala risulta attraente e illuminante anche per la stessa osservanza delle Mitzvot e per l'amore di Dio e della Torah, seppur con i limiti concessi: esse accettano infatti che l'anima viene illuminata e brilla di salvezza tramite tale studio finanche preparata per l'era messianica completa e per il Mondo futuro.<br />Resta quindi innegabile l'impossibilità di comprendere o concepire i concetti e le idee mistiche ebraiche per la maggioranza dell'umanità nonché il divieto di trasmetterne oralmente i principi a chi non preparato interiormente e spiritualmente.<br />Quanto all'avvicinamento di coloro che non appartengono al [[popolo ebraico]] o non [[Ghiur|Gher]], è possibile la comprensione "''letterale''" dei testi e degli insegnamenti "[[Monte Sinai|Sinai]]-''tici''" - anche su livelli differenti per la totalità del popolo ebraico essi furono inizialmente trasmessi per intero appunto anche poi [[Mosè]] che fu comunque anche Profeta ebreo e [[Zaddiq]] di elevati livelli - e [[Rabbini del Talmud|rabbinici]] (cfr anche [[Ebraismo rabbinico]]) o di alcuni di essi: tale livello esegetico è definito ''Pshat'' in ebraico e, pur se considerato livello "semplice", esso non è raggiungibile da tutti.
 
[[Mosè Cordovero]] ammonì (''Or Ne'erav'': ''La Luce gradita'', edito anche in italiano) contro coloro che non hanno fede o non credono nell'esistenza della Qabbalah ebraica.
 
== Critiche alla Cabala ==
Fra i problemi, direttamente o indirettamene presenti nella speculazione della Cabala ebraica, sta anche quello sull'origine del male, in cui si concepisce il male come una ''qualità di Dio'' o, come avviene nell'idealismo di Hegel, che il negativo entra nella costituzione stessa dell'Assoluto e che l'Assoluto ne ha quindi bisogno per essere quello che è<ref>Cfr. Piero Cantoni, [http://www.scribd.com/doc/5555670/Pietro-CantoniTeologia-dell-esorcismo ''Demonologia e prassi dell'esorcismo e delle preghiere di liberazione''], Fides Catholica 1 (2006).</ref>.
 
== Confronto? ==
 
Pare, e vi sono edizioni testuali in commercio, sia resa nota una [[Cabala cristiana]] e/o cattolica, differente da quella ebraica.</br>Non riguarda comunque riferimenti alla teoria dell'origine "''stoica''" della Cabala ebraica, dall'ebraismo non accolta.
 
{{vedi anche|Canone della Bibbia}}
 
== Note ==
11 973

contributi