Differenze tra le versioni di "KERS"

2 byte aggiunti ,  5 anni fa
L'esordio in una competizione motoristica ufficiale avvenne sulla [[KTM]] [[classe 125]] nel [[Motomondiale 2008]]<ref>{{cita pubblicazione | autore = Neil Spalding | data = aprile 2009 | titolo = I segreti del KERS della KTM 125 | rivista = Masterbike | numero = 4 | pagine = 32-39 }}</ref>.
 
L'utilizzo del KERS fu introdotto nel regolamento tecnico della [[Formula 1]] a partire dalla stagione [[campionato mondiale di Formula 1 2009|2009]]. L'obiettivo è il miglioramento delle prestazioni energetiche delle monoposto da gara, ottenendo un duplice beneficio, prestazionale e ambientale: il regolamento consente il recupero di un massimo di 400 [[Joule|kJ]] erogabili con una potenza massima di 60 [[Chilowatt|kW]] (pari a circa 80 [[Cavallo vapore|cavalli]]) per la durata di 6,66 secondi. Viene lasciata la libertà di scelta fra un sistema ad accumulo di energia elettrica tramite supercondensatori ed un altro, puramente meccanico, realizzato con un [[volano (batteria)|volano]] di dimensioni piuttosto contenute e rotante ad alto numero di giri, oltre 60.000 al minuto. In occasione del Gran Premio di Ungheria 2009 la McLaren-Mercedes di Lewis Hamilton è entrata nella storia come prima vettura equipaggiata con il KERS a vincere una gara nella massima serie automobilistica. Nel 2010 i team si sono accordati per sospendere l'utilizzo del KERS perché esso causava dei costi supplementari nella progettazione delle vetture. In base al regolamento tecnico però il dispositivo resta legale<ref>{{Cita web |url=http://it.f1-live.com/f1/it/attualita/notizie/detail/091020100521.shtml|titolo=La Williams accetta i piani della FOTA|editore=it.f1-live.com|data=20 ottobre 2009
L'utilizzo del KERS fu introdotto nel regolamento tecnico della [[Formula 1]] a partire dalla stagione [[campionato mondiale di Formula 1 2009|2009]].
 
L'obiettivo è il miglioramento delle prestazioni energetiche delle monoposto da gara, ottenendo un duplice beneficio, prestazionale e ambientale: il regolamento consente il recupero di un massimo di 400 [[Joule|kJ]] erogabili con una potenza massima di 60 [[Chilowatt|kW]] (pari a circa 80 [[Cavallo vapore|cavalli]]) per la durata di 6,66 secondi. Viene lasciata la libertà di scelta fra un sistema ad accumulo di energia elettrica tramite supercondensatori ed un altro, puramente meccanico, realizzato con un [[volano (batteria)|volano]] di dimensioni piuttosto contenute e rotante ad alto numero di giri, oltre 60.000 al minuto. In occasione del Gran Premio di Ungheria 2009 la McLaren-Mercedes di Lewis Hamilton è entrata nella storia come prima vettura equipaggiata con il KERS a vincere una gara nella massima serie automobilistica. Nel 2010 i team si sono accordati per sospendere l'utilizzo del KERS perché esso causava dei costi supplementari nella progettazione delle vetture. In base al regolamento tecnico però il dispositivo resta legale<ref>{{Cita web |url=http://it.f1-live.com/f1/it/attualita/notizie/detail/091020100521.shtml|titolo=La Williams accetta i piani della FOTA|editore=it.f1-live.com|data=20 ottobre 2009
In occasione del Gran Premio di Ungheria 2009 la McLaren-Mercedes di Lewis Hamilton è entrata nella storia come prima vettura equipaggiata con il KERS a vincere una gara nella massima serie automobilistica. Nel 2010 i team si sono accordati per sospendere l'utilizzo del KERS perché esso causava dei costi supplementari nella progettazione delle vetture. In base al regolamento tecnico però il dispositivo resta legale<ref>{{Cita web |url=http://it.f1-live.com/f1/it/attualita/notizie/detail/091020100521.shtml|titolo=La Williams accetta i piani della FOTA|editore=it.f1-live.com|data=20 ottobre 2009
|accesso=23 ottobre 2009}}</ref> ed è stato nuovamente introdotto nella stagione 2011. Tuttavia la Williams, da sempre intenzionata a sperimentare la versione meccanica, per motivi di alloggio si allineerà alle altre squadre installando un KERS elettrico<ref>{{Cita web |url=http://www.f1web.it/?p=7546|titolo=2011, KERS elettrico anche sulla Williams. Sospesa la versione meccanica|editore=F1WEB.it|data=22 novembre 2010
|accesso=23 novembre 2010}}</ref>. Nel 2011 Adrian Newey sulla Red Bull ha sperimentato una geometria inedita delle batterie, collocando uno dei pacchetti elettrici all'interno della scatola del cambio<ref>{{Cita news| titolo =Red Bull, batterie del KERS in due blocchi: Newey le ha nascoste nel cambio| editore =F1WEB.it| url =http://www.f1web.it/?p=8748| data=2 ottobre 2011| accesso=30 ottobre 2011 | lingua =it}}</ref>.
Utente anonimo