Differenze tra le versioni di "Figueres"

→‎Storia: traduzione dalla pagina della viquipèdia catalana
(Ampliamento della voce Storia di Figueres)
(→‎Storia: traduzione dalla pagina della viquipèdia catalana)
'''Epoca antica'''
 
Intorno al 600 a. C. al colle della Muntanyeta (dove ora sorge il castello di Sant Ferran) si sarebbe trovato un primo insediamento iberico della tribu degli Indiketes. All’epoca una buona parte della pianura dell’Alt Empordà era inondata dalle paludi e da grandi estensioni di giunco. Gli abitanti della comarca vivevano in piccoli poggi o nelle zone più elevate, libere dalle acque stagnanti. A questo periodo, anteriore alla presenza romana, risale il vaso dell’Aigüeta (terracotta, secolo V a. C., attualmente al Museo Archeologico di Barcelona) ritrovato alla fine del XIX secolo.
 
I Romani, sbarcati al porto greco di Empòrion nel 218 a. C., dettero vita attorno al 195 – 194 a. C. a un piccolo nucleo di abitanti nella zona bassa dell’attuale territorio comunale (la zona del Carrer Tapis e l’Aigüeta) che, dato che su quel terreno si estendevano i giunchi, chiamarono Joncària. Questa piccola comunità divenne sempre più importante dato che si convertí in una delle stazioni della Via Domizia prima, e della Via Augusta più tardi (nella zona dell’Aigüeta sono stati trovati resti di una casa romana). La stazione si trovava a una giornata di cammino dal Perthus (XVI miglia) e a un’altra giornata da Girona (XVIII miglia). Al nucleo di Joncària risalirebbe la stele funebre che si trova al Museu de l’Empordà di Figueres. Probabilmente i Romani obbligarono gli Indiketes, installati al poggio della Muntanyeta, a scendere in pianura nella zona della via e della mansione romana, formando in un primo momento due villaggi (uno iberico e uno romano) e più tardi un solo stanziamento, sempre più romanizzato.
3

contributi