Differenze tra le versioni di "Profilassi post-esposizione ad HIV"

modifiche minori
m (ha spostato Profilassi post-esposizione da HIV a Profilassi post-esposizione ad HIV: Ho notato che su molti siti preferiscono scrivere "ad" invece di "da")
(modifiche minori)
Come ogni profilassi post-esposizione, può essere ''occupazionale'', se viene applicata ad operatori sanitari dopo un infortunio con oggetti contaminati, come puntura con aghi precedentemente utilizzati per iniezioni a pazienti, oppure ''non occupazionale'', e in tal caso viene indicata con la sigla ''nPEP'', se viene applicata a persone che non siano operatori sanitari le quali però si siano trovate in situazioni a rischio, per esempio rottura del [[preservativo]] durante un rapporto sessuale con un'altra persona che risulti HIV-sieropositiva oppure ferimento con oggetti che potrebbero essere contaminati.
 
==Dove andare per sottoporsi ad unaalla profilassi post-esposizione ad HIV==
Chiunque si sia trovato in una situazione a rischio da HIV, per essere sottoposto alla profilassi post-esposizione, deve subito recarsi o ad un Pronto Soccorso o in un centro per malattie infettive.
 
Solitamente, il trattamento viene proseguito per 4 settimane.
 
==EffettiPossibili effetti sui tempi di sieroconversione==
Se si verifica che, nonostante la profilassi post-esposizione, non si riesce ad evitare il contagio, si può osservare, in alcuni pazienti, un ritardo della [[sieroconversione]], ossia un prolungamento del periodo finestra necessario affinché i [[Test HIV|test]] per la ricerca di [[anticorpo|anticorpi]] anti-HIV si positivizzino. Di conseguenza, l'utilizzo della profilassi post-esposizione ad HIV rappresenta uno di quei casi in cui <u>il test HIV a 3 mesi certamente non può essere considerato definitivo</u> ed il test a 6 mesi è strettamente consigliato.
 
==Voci correlate==
*[[AIDS]]
*[[Test HIV]]
*[[Sieroconversione]]
 
==Collegamenti esterni==
228

contributi