Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
[[File:StJohnsC.JPG|thumb|La torre del [[St John's College (Cambridge)|St John's College]]]]
 
L<nowiki>'</nowiki>'''Università di Cambridge''' (in [[Lingua inglese|inglese]]: '''University of Cambridge''') è la seconda perpiù anzianitàvecchia delle università del [[Regno Unito]], dopo [[Università di Oxford|quella di Oxford]], e la quarta in [[Europa]]. Situata nell'[[Cambridge|omonima città]] dell'[[Anglia orientale]], è considerata fra i migliori centri universitari britannici e mondiali; ospita quasi 20000 studenti<ref name=Studenti>{{cita web|url=http://www.admin.cam.ac.uk/reporter/2010-11/special/04/studentnumbers0910.pdf|titolo=Student numbers 2009-2010|editore=[[Cambridge University Press]]|lingua=en|formato=PDF|accesso=18 settembre 2011}}</ref> e più di 5000 fra ricercatori e professori<ref name=Staff>{{Cita web |url=http://www.admin.cam.ac.uk/offices/planning/information/statistics/facts/poster2012.pdf |titolo=Facts and Figures January 2012 |editore=University of Cambridge |accesso=29 aprile 2012|formato=PDF|lingua=en}}</ref>. Secondo la leggenda venne fondata da alcuni studenti nel [[1209]], dopo essere fuggiti da [[Oxford]] a seguito di una lite coi locali<ref name=Fondazione>{{Cita web|url=http://www.cam.ac.uk/univ/history/records.html|titolo=Early Records|lingua=en|editore=University of Cambridge|accesso=30 aprile 2012}}</ref>: tradizionalmente fra le due istituzioni, collettivamente conosciute con la dizione ''Oxbridge'', esiste una forte [[Rivalità di Oxbridge|rivalità accademica]] e non solo, come testimoniato dalla [[Regata Oxford-Cambridge|celeberrima regata]].
 
Cambridge offre corsi di [[laurea]] in numerose discipline, che spaziano dalle arti alla scienza, ed è basata su una struttura collegiale. Nel 2005 è risultata seconda nella [[classifica accademica delle università mondiali]]<ref name=ARWU/> e nel 2011 la prima all'interno del continente europeo<ref>{{cita web|url = http://www.timeshighereducation.co.uk/world-university-rankings/2010-2011/europe.html|titolo=Top European Universities 2010-2011|lingua=en|editore=[[The Times]]|accesso=29 aprile 2012}}</ref>. Nel [[2010]] è divenuto il primo ateneo britannico a piazzarsi in vetta al [[QS World University Rankings]], sorpassando [[Harvard University|Harvard]]<ref>{{cita news |titolo=Nella classifica delle "eccellenze" Cambridge sorpassa Harvard|url= http://www.repubblica.it/scuola/2010/09/08/news/classifica_universit-6849659/|pubblicazione=[[La Repubblica]]|data=8 settembre 2010|accesso=29 aprile 2012}}</ref>. Cambridge detiene il record di vincitori di premi Nobel, 89.<ref>{{Cita web|lingua=en|titolo=Nobel Prize Winners|url=http://www.cam.ac.uk/research/about/awards-announcements-and-prizes/nobel-prize-winners/|editore=University of Cambridge|accesso=29 aprile 2012}}</ref>.
== Storia ==
=== Fondazione ===
Si narra che le origini dell'università derivino da una condanna a morte preparata verso due studenti ad Oxford per l'omicidio di una donna nel [[1209]], apparentemente con l'assenso di re [[Giovanni d'Inghilterra]]. Ciò avrebbe causato proteste da parte del corpo studentesco, portando alla sospensione delle attività didattiche, e creato un forte attrito con i residenti locali. In molti furono indotti a lasciare la città, divenuta ostile, per recarsi altrove, come a [[Reading]] o a [[Parigi]]<ref>{{Cita|Leedham-Green|p. 3}}</ref>. Anche [[Cambridge]] fu una delle mete prescelte, dato che esisteva già un'istituzione di studi superiori, nonostante non fosse riconosciuta come università<ref name=Fondazione/>; uno status questo rilasciato ufficialmente nel [[1231]] da re [[Enrico III d'Inghilterra]], insieme ad alcune sovvenzioni statali ed esenzioni dalle tasse. La sua intenzione era di regolamentare la vita nella piccola città, punendo comportamenti irresponsabili dei giovani ma allo stesso tempo garantendone la protezione verso [[locazione|canoni di affitto]] esagerati<ref>{{cita libro|cognome=Hammerton|nome=J.A.|titolo=Wonderful Britain: Its Highways, Byways & Historic Places|lingua=inglese|anno=1925|editore=The Fleetway House|url=http://books.google.co.uk/books/about/Wonderful_Britain.html?id=DLx0SwAACAAJ&redir_esc=y|accesso=29 aprile 2012}}</ref>. Una [[bolla pontificia]] di [[papa Gregorio IX]] diede il permesso ai laureati di Cambridge di insegnare in qualunque Paese cristiano<ref>{{Cita libro|nome=Hilde|cognome = De-Ridder Symoens|nome = Hilde|titolo = A History of the University in Europe: Universities in the Middle Ages|lingua = inglese|anno = 2003|editore = Cambridge University Press|lingua=inglese|pagina = 89}} ISBN 9780521541138</ref>. Nel [[1290]] venne assegnato a Cambridge lo statuto di ''studium generale'' da [[papa Niccolò IV]] e divenne così frequente il transito di docenti di varie [[Università nel Medioevo|istituzioni europee]] presso l'università britannica per dare lezioni magistrali<ref>{{Cita|Hackett|pag. 178}}</ref>.
 
=== La nascita dei collegi ===
In tempi medievali la motivazione che portava all'edificazione dei collegi era di permettere agli studenti di pregare per l'anima dei fondatori: per questo erano spesso affiliati a chiese e parrocchie<ref>{{Cita web|url=http://www.cam.ac.uk/univ/history/setting.html|titolo=The Physical Setting of the University|lingua=en|editore=University of Cambridge|accesso=3 maggio 2012}}</ref>. Con la [[dissoluzione dei monasteri in Inghilterra]] (1536) ci fu un cambiamento del curriculum dallo [[scolasticismo]] verso uno studio più incentrato sulla [[Bibbia]], il [[Classicismo (letteratura)|classicismo]] e la [[matematica]]. Concomitante alla [[riforma protestante]], Cambridge si allontanò anche dal [[cattolicesimo]] e molti dei suoi intellettuali iniziarono ad apprezzare le idee del [[luteranesimo]].
 
Quasi un secolo dopo, l'università fu al centro di un altro [[Scisma|scisma religioso]]: molti dei nobili ed intellettuali ritenevano la [[chiesa anglicana]] troppo vicina a quella cattolica ed utilizzata come pretesto dalla famiglia reale per usurpare i poteri locali. L'[[Anglia orientale]] divenne così il centro del movimento [[Puritani|puritano]] e Cambridge produsse molti pensatori che influenzarono od andarono direttamente a formare la [[colonia di Massachusetts Bay]] nel 1630, anno del fenomeno della grande migrazione di 20000 fedeli puritani<ref>{{Cita libro|nome=Roger|cognome = Thompson|nome = Roger|titolo = Mobility and Migration: East Anglian Founders of New England, 1629-1640|lingua anno= inglese2009|editore = University of Massachusetts Press|anno lingua= 2009inglese}} ISBN 9781558497962</ref>. Nello stesso periodo [[Oliver Cromwell]], personaggio chiave della futura [[guerra civile inglese]], stava studiando al Sidney Sussex College.
 
[[File:GodfreyKneller-IsaacNewton-1689.jpg|thumb|left|upright|Tra gli studenti dell'Università di Cambridge ci fu anche [[Sir Isaac Newton|Newton]] ]]
Inizialmente, erano ammessi all'università solo alunni di sesso maschile. I primi collegi solo per donne furono il [[Girton College]], fondato nel [[1869]], seguito nel [[1872]] dal [[Newnham College]]. La prima volta in cui le donne furono ammesse a partecipare ad esami fu nel [[1882]], ma i tentativi di rendere le studentesse membri ufficiali dell'università fallirono fino al [[1947]]. Cambridge non concesse diplomi di laurea alle donne fino al 1921, anche se era loro consentito seguire le lezioni e dare gli esami, con il risultato che venivano rilasciati diplomi secondari oppure sotto il nome di altre istituzioni di studio<ref>{{Cita news|url=http://www.independent.co.uk/news/at-last-a-degree-of-honour-for-900-cambridge-women-1157056.html|titolo=At last, a degree of honour for 900 Cambridge women|lingua=en|data=31 maggio 1998|editore=[[The Independent]]|accesso=30 aprile 2012}}</ref>.
 
Dato che tutti gli studenti devono essere membri di un college e i collegi più antichi rimanevano aperti solo agli uomini, dopo la [[seconda guerra mondiale]] vi fu un rapido sviluppo di collegi al femminile; nel [[1972]] il [[Churchill College]] fu il primo ad ammettere studenti di ambedue i sessi, seguito rapidamente da tutti gli altri. Infine, nel [[1988]] tutti i collegi più tradizionali furono aperti anche alle donne<ref>{{cita libro|nome=David|cognome = Else|nome titolo=Great David|coautori = Oliver BerryBritain|url = http://books.google.com/books?id=u-4_Vjo7ztEC&pg=PA454&lpg=PA454#v=onepage&q=&f=false|titolo anno= Great Britain|pagina = 4542005|editore = [[Lonely Planet]]|anno lingua= 2005en||lingua coautori=Oliver enBerry|pagina=454}} ISBN 9781740599214</ref>; tuttavia rimangono ancora tutt'oggi i collegi dedicati solamente alle donne, registrando dunque un'inversione del fenomeno. Dopo l'apertura agli uomini del [[St Hilda's College]] di Oxford nel 2008, Cambridge è l'unica università del Regno Unito avente un numero di collegi che rifiutino di ammettere studenti di sesso maschile<ref>{{Cita news|url=http://www.telegraph.co.uk/news/uknews/1520628/St-Hildas-to-end-113-year-ban-on-male-students.html|titolo=St Hilda's to end 113-year ban on male students|lingua=en|data=8 giugno 2006|editore=[[The Daily Telegraph]]|accesso=29 aprile 2012}}</ref>.
 
[[File:cambridge uni math bridge.JPG|thumb|left|Il ''Mathematical bridge'' sopra il fiume [[Cam (fiume)|Cam]] presso il [[Queens' College (Cambridge)|Queens' College]]]]
 
=== Town and Gown ===
Il rapporto fra l'università e la città che la ospita non è stato sempre idilliaco. Per differenziare gli abitanti locali dai membri dell'ateneo si adopera la dizione "Town and Gown" (città e [[toga accademica|toga]]). Storie di feroce rivalità si riscontrano fin dagli albori: nel 1381 vi furono forti scontri che portarono ad attacchi e saccheggi di diverse proprietà universitarie. A seguito di questi eventi, vennero dati poteri straordinari al Cancelliere, come il permesso di perseguire i criminali e la possibilità di assicurare l'ordine nella città, ad esempio nella [[Autorizzazione (diritto)|concessione delle licenze]]. Vari tentativi di conciliazione si susseguirono: nel XVI secolo vennero firmati vari accordi fra le due parti, migliorando la qualità delle strade e degli alloggi. Gli episodi di [[peste]] intorno al 1630 furono però fonte di nuove divisioni: per evitare l'esodo degli studenti, molti collegi si fortificarono lasciando fuori i bisognosi<ref>{{Cita libro|cognome = Shepard|nome = Alexandra|coautori cognome= Phil WithingtonShepard|titolo = Communities in Early Modern England: Networks, Place, Rhetoric|lingua anno= inglese2000|editore = Manchester University Press|anno lingua=inglese|coautori=Phil 2000Withington|pagine = 216-234}} ISBN 9780719054778</ref>.
 
Oggi queste rivalità appartengono principalmente al passato, anche grazie all'aumento della ricchezza e delle opportunità di lavoro che l'università ha fornito nel suo lungo corso<ref>{{Cita news|url=http://www.cambridge-news.co.uk/Home/Features/Is-Town-v-Gown-a-thing-of-the-past.htm|titolo=Is Town v Gown a thing of the past?|lingua=en|editore=Cambridge News|data=7 ottobre 2008|accesso=2 maggio 2012}}</ref>. La crescita esponenziale delle aziende tecnologiche, [[biotecnologia|biotecnologiche]] e di [[Servizio|servizi]] è stata soprannominata ''The Cambridge Phenomenon'': nella regione si sono infatti registrate 1500 nuove imprese e l'aggiunta di 40000 nuovi posti di lavoro fra il 1960 ed il 2010, tutte legate alla presenza dell'università<ref>{{Cita web|url=http://www.cambridgephenomenon.com/phenomenon/|titolo=What is the Cambridge Phenomenon?|editore=Cambridge Phenomenon|lingua=en|accesso=3 maggio 2012}}</ref>.
Tutti i corsi di livello ''undergraduate'', chiamati Tripos, portano all'ottenimento di un ''[[Bachelor of Arts]]'', o '''BA Hons. (Cantab)''', dopo tre anni di studi. Ogni Tripos è diviso in diverse parti (''Parts'') che corrispondono agli anni di studio; è possibile combinare Parts fra Tripos diversi, ma è necessario completarne un certo numero per poter arrivare alla laurea. Di solito gli studenti completano tutte le Parts di un singolo Tripos. Alcuni corsi, come [[ingegneria]] e [[scienze naturali]], offrono un quarto anno, al termine del quale si ottiene un [[Master universitario|Master]]<ref>{{Cita web|url=http://www.admin.cam.ac.uk/univ/camdata/tripos.html|titolo=The structure of undergraduate courses at the University of Cambridge|lingua=en|editore=University of Cambridge|accesso=25 aprile 2012}}</ref>.
 
Un'altra particolare condizione richiesta agli studenti è quella di "''keeping terms''", ovverosia essere fisicamente presenti nella città di Cambridge, entro un raggio di 10 miglia dalla ''Church of St Mary the Great'', per l'intera durata dei tre Full Term annuali: questo requisito, previsto dallo statuto dell'università, va rispettato per almeno nove trimestri (dodici nel caso della laurea a livello Master)<ref>{{Cita libro|titolo autore=University of Cambridge|titolo=Statutes and Ordinances of the University of Cambridge 2009|lingua = en|editore = [[Cambridge University Press]]|anno = 2009|autore = University of Cambridge|url = http://books.google.it/books?id=JSi0S7aH320C&printsec=frontcover&hl=it#v=onepage&q&f=false|accesso = 25 aprile 2012|pagineanno=2009|editore=[[Cambridge =University Press]]|lingua=en|pagine=179-180}} ISBN 9780521137454</ref>.
 
Per convenzione, chi possiede un BA assegnato da Cambridge ha automaticamente diritto di ricevere un ''Master of Arts'' ('''MA'''), una laurea di livello superiore nel Regno Unito, dopo sei anni dalla data di registrazione all'università. Esso viene conferito senza aver bisogno di sottoporsi ad alcuna prova d'esame<ref>{{Cita web|url=http://www.admin.cam.ac.uk/students/studentregistry/current/newstud/graduation/ma.html|titolo=The Cambridge MA|lingua=en|editore=University of Cambridge|accesso=25 aprile 2012}}</ref>. Questo sistema, in comune con Oxford, è stato duramente criticato nel tempo, fino ad essere considerato offensivo verso coloro che devono invece frequentare un ulteriore ciclo di studi per l'MA<ref>{{Cita news|url=http://www.telegraph.co.uk/education/universityeducation/7771288/Oxbridge-masters-degrees-offensive-says-Cambridge-don.html|titolo=Oxbridge masters degrees 'offensive', says Cambridge don|lingua=en|pubblicazione=[[The Daily Telegraph]]|data=27 maggio 2010|accesso=25 aprile 2012}}</ref>. Le due università non hanno però espresso il desiderio di cambiare questa contestata tradizione<ref>{{Cita news|url=http://www.telegraph.co.uk/education/universityeducation/8843640/Tradition-of-Oxbridge-free-Masters-degrees-under-fire.html|titolo=Tradition of Oxbridge 'free' Masters degrees under fire|lingua=en|pubblicazione=[[The Daily Telegraph]]|data=23 ottobre 2011|accesso=25 aprile 2012}}</ref>.
|-
!2011
|1<ref name=QS>{{cita web |url=http://www.topuniversities.com/institution/university-cambridge/wur |titolo=QS World University Rankings|lingua=en|editore=Quacquarelli Symonds Limited|accesso=30 aprile 2012}}</ref> || 5<ref name=ARWU>{{Cita web|url=http://www.shanghairanking.com/Institution.jsp?param=University%20of%20Cambridge|titolo=Performance in Academic Ranking of World Universities|lingua=en|accesso=30 aprile 2012|editore=Academic Ranking of World Universities}}</ref> || 2<ref>{{Cita libro|nome=John|cognome = O'Leary|nome = John|coautori = Patrick Kennedy; Nicki Horseman|titolo = The Times Good University Guide 2011|lingua = en|data = 2010|editore = [[HarperCollins]] UK|lingua=en|coautori=Patrick Kennedy; Nicki Horseman}} ISBN 9780007356140</ref> || 2<ref>{{Cita web|url=http://www.guardian.co.uk/education/table/2010/jun/04/university-league-table|titolo=University guide 2011: University league table|lingua=en|editore=The Guardian|accesso=30 aprile 2012|data=8 giugno 2012}}</ref> || &nbsp; || 2 || &nbsp;
|-
! 2010
|-
! 2009
| 2<ref name=QS/>|| 4<ref name=ARWU/> || 2<ref>{{Cita libro|nome=John|cognome = O'Leary|nome = John|coautori = Patrick Kennedy; Nicki Horseman|titolo = The Times Good University Guide 2009|lingua = en|data = 16 giugno 2008|editore=Times Books|lingua=en|coautori=Patrick TimesKennedy; BooksNicki Horseman}} ISBN 9780007273539</ref>|| 2 || &nbsp; || 2<ref>{{Cita web|url=http://www.independent.co.uk/news/education/higher/the-main-league-table-2009-813839.html|titolo=The main league table 2009|lingua=en|editore=The Independent|data=24 aprile 2008|accesso=30 aprile 2012}}</ref> || &nbsp;
|-
! 2008
|-
! 2007
| 2<ref name=QS/> || 4<ref name=ARWU/> || 2<ref>{{Cita libro|nome=John|cognome = O'Leary|nome = John|coautori = Bernard Kingston; Andrew Hindmarsh|titolo = The Times Good University Guide 2007|lingua = en|data = 5 giugno 2006|editore=Times Books|lingua=en|coautori=Bernard TimesKingston; BooksAndrew Hindmarsh}} ISBN 9780007231485</ref> || &nbsp; || 1 || &nbsp; || 1<ref name="Telegraph 2006">{{Cita news
|url=http://www.telegraph.co.uk/education/universityeducation/universities-and-colleges/1558897/University-league-table.html |titolo= University league table |pubblicazione=[[The Daily Telegraph]]|accesso=29 ottobre 2007 | data=30 luglio 2007}}</ref>
|-
! 2006
| 2<ref name=QS/> || 2<ref name=ARWU/> || 2<ref>{{Cita libro|nome=John|cognome = O'Leary|nome = John|titolo = The Times Good University Guide 2006|lingua = en|data = 6 giugno 2005|editore = Times Books|lingua=en}} ISBN 9780007203031</ref> || 1<ref name="Guardian 2006">{{Cita news |url=http://browse.guardian.co.uk/education/2006?SearchBySubject=&FirstRow=20&SortOrderDirection=&SortOrderColumn=GuardianTeachingScore&Subject=Institution-wide&Institution= |titolo=University ranking by institution |pubblicazione=The Guardian|accesso=29 ottobre 2007 }}</ref> || 1<ref name="Sunday_times 2006/05">{{Cita news |url=http://extras.timesonline.co.uk/stug2006/stug2006.pdf |titolo=The Sunday Times University League Table |pubblicazione=[[The Sunday Times]]|accesso=3 novembre 2007|formato=PDF}}</ref> || &nbsp; || &nbsp;
|-
! 2005
| 3<ref name=QS/>|| 2<ref name=ARWU/> || 2<ref>{{Cita libro|nome=John|cognome = O'Leary|nome = John|coautori = Andrew Hindmarsh|titolo = The Times Good University Guide 2005|lingua = en|data = 2004|editore =HarperCollins|lingua=en|coautori=Andrew HarperCollinsHindmarsh}} ISBN 9780007165247</ref> || 2<ref name="Guardian 2005">{{Cita news |url=http://education.guardian.co.uk/universityguide2005/table/0,,-5163901,00.html?start=40&index=3&index=3 |titolo=University ranking by institution |pubblicazione=The Guardian|accesso=29 ottobre 2007 }}</ref> || 1<ref name="Sunday_times 2006/05" /> || &nbsp; || &nbsp;
|-
! 2004
| &nbsp; || 3<ref name=ARWU/> || 2<ref>{{Cita libro|cognome = Hindmarsh|nome = Andrew|coautori cognome= Bernard Kingston; John O'LearyHindmarsh|titolo = The Times Good University Guide 2004|lingua = en|data = 2 giugno 2003|editore=Times Books|lingua=en|coautori=Bernard TimesKingston; BooksJohn O'Leary}} ISBN 9780007151851</ref> || 1<ref>{{Cita web|url=http://education.guardian.co.uk/universityguide2004/table/0,,1222167,00.html|titolo=The Guardian League Table 2004|lingua=en|accesso=30 aprile 2012|editore=The Guardian}}</ref> || 1 || &nbsp; || &nbsp;
|-
! 2003
| &nbsp; || 5<ref name=ARWU/> || 2<ref>{{Cita libro|cognome = Hindmarsh|nome = Andrew|coautori cognome= Bernard Kingston; John O'LearyHindmarsh|titolo = The Times Good University Guide 2003|lingua = en|data = 3 giugno 2002|editore=Times Books|lingua=en|coautori=Bernard TimesKingston; BooksJohn O'Leary}} ISBN 9780007126484</ref> || 1<ref>{{Cita web|url=http://www.guardian.co.uk/uk/2003/may/20/education.donaldmacleod|titolo=Oxbridge tops Guardian college league tables|lingua=en|editore=The Guardian|data=20 maggio 2003|accesso=30 aprile 2012}}</ref> || 1 || &nbsp; ||1<ref>{{Cita web|url=http://www.telegraph.co.uk/education/educationnews/3313723/Who-really-is-top-of-the-league.html|titolo=Who really is top of the league?|lingua=en|editore=The Daily Telegraph|data=25 giugno 2003|accesso=30 aprile 2012}}</ref>
|-
! 2002
Utente anonimo