Differenze tra le versioni di "Gregorio Ricci Curbastro"

m (apostrofo tipografico)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
 
=== Gli studi sul calcolo differenziale assoluto ===
Nel [[1877]] Ricci Curbastro vinse una [[borsa di studio]] presso la «[[Technische Hochschule]]» di [[Monaco di Baviera]], e successivamente lavorò come assistente straordinario di [[Ulisse Dini]], suo professore. Nel [[1880]] diventò professore straordinario di matematica all'[[Università di Padova]], dove si occupò in un primo tempo di [[geometria riemanniana]] e di forme differenziali quadratiche.
 
Creò un gruppo di ricerca in cui lavorò [[Tullio Levi-Civita]], con il quale scrisse il fondamentale trattato sul [[calcolo tensoriale|calcolo differenziale assoluto]] con coordinate, ovvero sul [[calcolo tensoriale]] su una varietà riemanniana, che diventò poi il linguaggio di base della successiva teoria della [[relatività generale]] di [[Albert Einstein|Einstein]]. Il calcolo differenziale assoluto ebbe infatti un ruolo determinante nell'elaborazione della teoria, come risulta da una lettera scritta da [[Albert Einstein]] alla nipote di Ricci Curbastro. Lo stesso Einstein, già famoso, volle conoscerlo personalmente: l'incontro avvenne il 27 ottobre 1921 all'[[Università di Padova]].<ref>[http://www.unipd.it/ilbo/content/ricci-curbastro-il-matematico-italiano-cui-einstein-disse-grazie Ricci Curbastro, il matematico italiano a cui Einstein disse grazie] dal sito dell'[[Università di Padova]]</ref>
Utente anonimo