Differenze tra le versioni di "Pederastia greca"

nessun oggetto della modifica
(→‎Formazione e aspetti militari: Corretto errore di battitura)
Etichetta: Modifica da applicazione mobile
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile
{{Avvisounicode}}
[[File:Grupo_tiranicidas_05.JPG|thumb|Armodio, il celebre [[eromenos]] pederastico del "gruppo dei tirannicidi" [[Armodio e Aristogitone]]. Copia romana di un originale bronzeo greco andato perduto, conservato al [[museo archeologico nazionale di Napoli]].]]
Con la denominazione di '''pederastia greca''' si viene ad indicare quel peculiare fenomeno consistente nella relazione altamente ritualizzata e socialmente codificata fra due maschi di età differente; poteva trattarsi di un rapporto anche erotico - pubblicamente riconosciuto ed accettato - tra un uomo adulto detto [[erastes|erastès]]- (traducibile come ''amante'') ed un ragazzo più giovane chiamato [[eromenos|eròmenos]]- (traducibile come ''amato''), solitamente nell'età della prima [[adolescenza]]<ref>C.D.C. Reeve, ''Plato on Love:'' ''[[Liside (dialogo)]]'', ''[[Simposio (dialogo)]]'', ''[[Fedro (dialogo)]]'', ''[[Alcibiade primo]]'' ''con selezioni da ''[[Repubblica (dialogo)]]'' e ''[[Leggi (dialogo)]]'' (Hackett, 2006), p. xxi [http://books.google.com/books?id=E1lQNf2EfEUC&pg=PP25&dq=paiderastia&lr=&as_drrb_is=q&as_minm_is=0&as_miny_is=&as_maxm_is=0&as_maxy_is=&num=50&as_brr=3&cd=30#v=onepage&q=paiderastia&f=false online]; Martti Nissinen, ''Homoeroticism in the Biblical World: A Historical Perspective'', tradotto da Kirsi Stjerna (Augsburg Fortress, 1998, 2004), p. 57 [http://books.google.com/books?id=-sHSNPG85tUC&pg=PA57&dq=%22It+is+common+knowledge+that+a+particular+form+of+homoerotic+relations%22&lr=&as_drrb_is=q&as_minm_is=0&as_miny_is=&as_maxm_is=0&as_maxy_is=&as_brr=3&cd=1#v=onepage&q=%22It%20is%20common%20knowledge%20that%20a%20particular%20form%20of%20homoerotic%20relations%22&f=false online]; Nigel Blake ''et al.'', ''Education in an Age of Nihilism'' (Routledge, 2000), p. 183 [http://books.google.com/books?id=lgkOAAAAQAAJ&pg=PA183&dq=paiderastia&lr=&as_drrb_is=q&as_minm_is=0&as_miny_is=&as_maxm_is=0&as_maxy_is=&num=50&as_brr=3&cd=27#v=onepage&q=paiderastia&f=false online.]</ref>: è stato un costume caratteristico dell'[[antica Grecia]] sia durante il suo periodo più arcaico sia nell'età classica<ref>Nissinen, ''Homoeroticism in the Biblical World'', p. 57; William Armstrong Percy III, "Reconsiderations about Greek Homosexualities," in ''Same–Sex Desire and Love in Greco-Roman Antiquity and in the Classical Tradition of the West'' (Binghamton: Haworth, 2005), p. 17. La varietà sessuale, non escludendo la ''paiderastia'', era caratteristica dell'[[epoca ellenistica]]; vedi lo storico [[Peter Green]], "Sex and Classical Literature," in ''Classical Bearings: Interpreting Ancient Culture and History'' (University of California Press, 1989, 1998), p. 146 [http://books.google.com/books?id=zlFXc9N19yUC&pg=PA146&dq=%22Heterosexual+activities+did+not+supplant+paiderastia%22&lr=&as_drrb_is=q&as_minm_is=0&as_miny_is=&as_maxm_is=0&as_maxy_is=&as_brr=0&cd=1#v=onepage&q=%22Heterosexual%20activities%20did%20not%20supplant%20paiderastia%22&f=false online.]</ref>.
 
Alcuni studiosi hanno individuato la sua origine nel [[rito di iniziazione]] - a cui si riferirebbero anche molte storie pederastiche presenti nella [[mitologia greca]] - ed in particolare nel [[rito di passaggio]] caratteristico della [[pederastia cretese]], quella vigente all'interno della strutturazione sociale della [[civiltà minoica]] e dove era associata con l'ingresso nella vita militare (il mondo degli uomini) e al culto religioso nei confronti della divinità celeste: lo [[Zeus]] che la stessa tradizione greca voleva fosse stato allevato proprio sul [[Monte Ida (Grecia)|Monte Ida]] nell'[[isola di Creta]]<ref>Robert B. Koehl, "The Chieftain Cup and a Minoan Rite of Passage," ''Journal of Hellenic Studies'' 106 (1986) 99–110, con un'inchiesta sulla rilevanza del fenomeno i cui partecipanti includono [[Arthur Evans]] (p. 100) e altri, come ad esempio H. Jeanmaire e R.F. Willetts (pp. 104–105); Deborah Kamen, "The Life Cycle in Archaic Greece," in The Cambridge Companion to Archaic Greece (Cambridge University Press, 2007), pp. 91–92. [[Kenneth Dover]], uno dei pionieri nello studio dell'omosessualità Greca, rigetta la teoria sulle probabili origini iniziatiche del rapporto pederastico; vedi "Greek Homosexuality and Initiation", in ''Que(e)rying Religion: A Critical Anthology'' (Continuum, 1997), pp. 19–38. Per Dover a quanto pare, la tesi secondo cui la ''paiderastia'' fosse un costume sociale correlato ai riti di passaggio inerenti alle classi d'età verrebbe a costituire una negazione della predisposizione omosessuale come naturale o innata; ma questo può essere una sopravvalutazione o un travisamento di quanto i teorici dell'argomento iniziatico hanno asserito. La teoria iniziatica afferma infatti di tener conto non dell'esistenza non dell'omosessualità in generale nell'[[antica Grecia]], ma piuttosto di quella particolarità formale nota come ''paiderastia''.</ref>.
Utente anonimo