Differenze tra le versioni di "ANobii"

7 byte aggiunti ,  3 anni fa
m
sistemo elenchi puntati
m (apostrofo tipografico)
m (sistemo elenchi puntati)
Il nome aNobii deriva dal nome dell’''[[Anobium punctatum]]'', il "tarlo della carta"; nei paesi anglosassoni con questo epiteto viene metaforicamente indicato chi passa molto tempo sui libri.
 
In Italia riscuote un discreto successo a cavallo del 2009/2010 unicamente dovuto al passaparola, in concomitanza all'insorgere di problemi quali rallentamenti, malfunzionamenti, bug, difficoltà di accesso, dando luogo all'abbandono da parte di molti utenti.
 
Il 2 marzo 2011 il fondatore Greg Sung annuncia l'acquisizione di aNobii da parte di una start-up inglese guidata da HMV Group e supportata da HarperCollins, Penguin e The Random House Group. L'allora AD Matteo Berlucchi, italiano in Inghilterra, esordiva annunciando un rinnovo della piattaforma (aNobii 2.0) con l'obbiettivo di integrare funzioni social e vendita di libri/ebook. Nonostante l'apporto di qualche miglioria, il progetto non fu mai portato a termine.
 
==Voci correlate==
* [[Social network]]
* [[Goodreads]]
* [[LibraryThing]]
 
==Collegamenti esterni==
* {{cita web|http://www.anobii.com/|Sito ufficiale}}
* {{cita web|http://blog.panorama.it/libri/2007/07/20/anobii-la-passione-per-i-libri-si-condivide-sul-web/|Anobii su Panorama.it}}
* {{cita web|http://www.apogeonline.com/webzine/2007/05/29/23/200705292301|Anobii su apogeonline.com}}
* {{cita web|url=http://itunes.apple.com/it/app/anobii/id327440393?mt=8|titolo=Applicazione aNobii per iPhone}}
* {{cita web|url=https://market.android.com/details?id=com.anobii|titolo=Applicazione aNobii per Android}}
 
{{Reti sociali}}
102 813

contributi