Differenze tra le versioni di "Gas serra"

31 byte aggiunti ,  4 anni fa
nessun oggetto della modifica
{{F|gas|settembre 2010}}
Sono chiamati '''gas serra''' quei [[gas]] presenti nell' [[atmosfera]], che sono trasparenti alla [[radiazione solare]] in entrata sulla [[Terra]], ma riescono a trattenere, in maniera consistente, la [[radiazione infrarossa]] emessa dalla [[superficie terrestre]], dall'[[atmosfera]] e dalle [[nuvole]]. Tali proprietà sono note da un'analisi [[spettroscopia|spettroscopica]] in [[laboratorio]]. I gas serra possono essere di origine sia naturale che antropica, e assorbono ed emettono a specifiche [[lunghezze d'onda]] nello spettro della [[radiazione infrarossa]]. Questa loro proprietà causa il fenomeno noto come [[effetto serra]].
 
[[Vapore acqueo]] (H<sub>2</sub>O), [[anidride carbonica]] (CO<sub>2</sub>), [[ossido di diazoto|protossido di azoto]] (N<sub>2</sub>O), [[metano]] (CH<sub>4</sub>) ed [[esafluoruro di zolfo]] (SF6) sono i gas serra principali nell'[[atmosfera terrestre]]. Oltre a questi gas di origine sia naturale che antropica, esiste un'ampia gamma di gas serra rilasciati in atmosfera di origine esclusivamente antropica, come gli alocarburi, tra i quali i più conosciuti sono i [[clorofluorocarburi]] (CFC), e molte altre molecole contenenti cloro e fluoro le cui emissioni sono regolamentate dal [[Protocollo di Montreal]].
 
I gas alogenati sono emessi in quantità molto inferiori rispetto a CO<sub>2</sub>, CH<sub>4</sub> e N<sub>2</sub>O ed hanno bassissime [[concentrazione chimica|concentrazioni]] in atmosfera, ma possono avere un tempo di vita molto lungo e un forte effetto come [[forzante radiativo]], da 3&nbsp;000 a 13&nbsp;000 volte superiore a quella del biossido di carbonio. L'importanza di un gas per la variazione dell'effetto serra si ottiene proprio considerando sia la forzante radiativa del gas, sia la sua concentrazione atmosferica, sia la permanemza del gas in atmosfera.
Oltre a questi gas di origine sia naturale che antropica, esiste un'ampia gamma di gas serra rilasciati in atmosfera di origine esclusivamente antropica, come gli alocarburi, tra i quali i più conosciuti sono i [[clorofluorocarburi]] (CFC), e molte altre molecole contenenti cloro e fluoro le cui emissioni sono regolamentate dal [[Protocollo di Montreal]].
 
I gas alogenati sono emessi in quantità molto inferiori rispetto a CO<sub>2</sub>, CH<sub>4</sub> e N<sub>2</sub>O ed hanno bassissime concentrazioni in atmosfera ma possono avere un tempo di vita molto lungo e un forte effetto come [[forzante radiativo]], da 3&nbsp;000 a 13&nbsp;000 volte superiore a quella del biossido di carbonio. L'importanza di un gas per la variazione dell'effetto serra si ottiene proprio considerando sia la forzante radiativa del gas, sia la sua concentrazione atmosferica, sia la permanemza del gas in atmosfera.
 
In particolare il [[Global Warming Potential]] (GWP, potenziale di riscaldamento globale), che rappresenta l'effetto combinato del tempo di permanenza in atmosfera di ogni gas e la relativa efficacia specifica nell'assorbimento della radiazione infrarossa emessa dalla Terra, è una misura di quanto un dato gas serra contribuisca al riscaldamento globale rispetto al CO<sub>2</sub>. I GWP sono calcolati dall'[[Intergovernmental Panel on Climate Change]] e sono utilizzati come fattori di conversione per calcolare le emissioni di tutti i gas serra in emissioni di CO<sub>2</sub> equivalente.
Utente anonimo