Differenze tra le versioni di "Joseph Nicolas Cugnot"

Si trattava di un veicolo a [[vapore]] ed è universalmente riconosciuto come l'invenzione che ha gettato il seme poi sviluppatosi nell'industria automobilistica, oltre un secolo dopo. Tale mezzo consisteva in un veicolo a tre ruote, la cui ossatura era un telaio in legno. La ruota anteriore era quella motrice e la vettura era anche in grado di sterzare, sempre tramite la ruota anteriore. Il [[motore]] di questo mezzo era [[motore a vapore|a vapore]] e non era che una grossa [[generatore di vapore|caldaia]] sistemata anteriormente, la quale andava a muovere due [[cilindro (meccanica)|cilindri]] verticali di 325 mm di alesaggio e 387 mm di corsa, per una cilindrata totale di circa 62.000 [[centimetro cubo|cm³]].
 
Cugnot aveva studiato il modo per far muovere il veicolo, ma tralasciò il sistema frenante, così durante uno dei primi esperimenti il carro a vapore finì addosso ad un muro del quartiere dove Cugnot conduceva i suoi esperimenti: l'impianto frenante non fu in grado di frenare una massa di 4/5 tonnellate. Questo è stato descritto da molti come il primo incidente automobilistico della storia, ma in realtà non si poteva certo ancora parlare di [[automobile|automobili]].
 
In ogni caso, Cugnot perfezionò l'impianto frenante in un secondo modello risalente al [[1771]]. Le prestazioni non erano di certo paragonabili a quelle di una delle prime automobili, in ogni caso questo grosso mezzo di trasporto (era lungo 7.25 [[metro|m]] e largo 2.19 m) poteva trasportare 4 persone a 4 km/h di velocità.
Utente anonimo