Differenze tra le versioni di "Lustro"

1 184 byte rimossi ,  5 anni fa
ora è giusto
(Annullata la modifica 83886283 di 2.230.151.39 (discussione))
(ora è giusto)
{{nota disambigua}}
{{S|cronologia}}
Non esiste
Un '''lustro''' è un periodo di [[Tempo#La misura del tempo|tempo]] equivalente a 5 [[Anno|anni]].
 
L'etimologia del termine viene dal sostantivo [[Lingua latina|latino]] ''lustrum'' (a sua volta legato al verbo ''luere'', aspergere), altra denominazione del rito di purificazione della ''[[lustratio]]''. Tale rito era officiato in particolare ogni cinque anni dai [[Censore (storia romana)|censori]] quinquennali, al termine del censimento di cui erano incaricati. Il termine passò quindi ad indicare l'intervallo di tempo tra un ''lustrum'' e l'altro e quindi ogni intervallo di cinque anni.
 
È stato da prestissimo in voga nella letteratura, prima latina, e poi italiana di indicare la propria età in lustri. Si veda ad esempio [[Leopardi]] (Appressamento della morte, I, vv. 115-117) "Non ti dolga di tua poca dimora /in questa piaggia trista, e non ti caglia / ch'ancor del quarto lustro non se' fora" (ovvero che ancora non aveva venti anni). Quindi quando si legge, ad esempio in [[Landino]] (Xandra, I, 2, v.17) "Ternis ''addideram'' lustris vix quatuor annos" andrà inteso come: tre lustri + gli anni esplicati (5x3 15anni +4 = 19).
 
{{Unità di misura}}
{{Portale|metrologia}}
 
[[Categoria:Unità di tempo]]
Utente anonimo