Differenze tra le versioni di "Operazione Desert Shield"

 
Tra le nazioni che inviarono proprie forze militari nell'area le maggiori furono:
[[Argentina]], [[Australia]], [[Bahrain]], [[Bangladesh]], [[Canada]], [[Cecoslovacchia]], [[Danimarca]], [[Egitto]], [[Francia]], [[Grecia]], [[Honduras]], [[Ungheria]], [[Italia]], [[Kuwait]] (le unità militari che erano riuscite a fuggire in Arabia Saudita), [[Marocco]], [[Paesi Bassi]], [[Nuova Zelanda]], [[Nigeria]], [[Norvegia]], [[Oman]], [[Pakistan]], [[Polonia]], [[Portogallo]], [[Qatar]], [[Arabia Saudita]], [[Senegal]], [[Corea del Sud]], [[Spagna]], [[Siria]], [[Turchia]], [[GranRegno BretagnaUnito]].
 
Altre nazioni come la [[Germania]] ede il [[Giappone]], non potendo partecipare militarmente, contribuirono con fondi monetari al sostentamento della intera operazione.
 
== L'operazione si conclude ==
Utente anonimo