Differenze tra le versioni di "Nuova Accademia del Cimento"

m
(bibliografia)
{{Citazione|In quanto al progetto di stabilire un’accademia, parrebbe più utile per il presente, senza erigere un’accademia formale, di formare una semplice adunanza di cinque o sei persone da nominarsi, che due volte la settimana si adunassero nel Gabinetto a certe ore … per discorrere di fisica, chimica e bottanica, delle nuove scoperte fatte in altri paesi … leggendo i giornali, e farne sopra le medesime delle ricerche e esperienze procurando di impiegarsi alle ricerche utili per le arti, il risultato delle quali sarebbe ogni settimana presentato a Sua Altezza Reale; quando questa società avesse preso piede per qualche tempo, allora i medesimi soci ptorebbero formare il piano per l’Accademia, presentandolo a S.A.R., e domandarne lo stabilimento e le forme}} 
 
Le motivazioni del rifiuto granducale non sono chiare, ma probabilmente l’esito negativo è da ricercare in una commistione di ragioni finanziarie e politiche ascrivibili al contesto della Firenze lorenese<ref>Per un approfondimento della questione si rimanda a: {{Cita libro|autore=|nome=Renato|cognome=Pasta|titolo=Scienza politica e rivoluzione: l'opera di Giovanni Fabbroni (1752-1822) intellettuale e funzionario al servizio dei Lorena|anno=1989|editore=L.S.Olschki|città=Firenze|p=|pp=163-165|capitolo=Nascita e organizzazione del Museo di Fisica e di Storia Naturale|ISBN=88-222-3653-X}}</ref>. 
 
== La nascita ==
121

contributi