Differenze tra le versioni di "Rudra"

343 byte aggiunti ,  3 anni fa
→‎Storia: Informazioni aggiunte, con citazione quasi letterale da un altro saggio.
(→‎Storia: Informazioni aggiunte, con citazione quasi letterale da un altro saggio.)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Compare per la prima volta nel [[Rig Veda]], in cui viene descritto come il [[Deva]] della [[tempesta]], della [[caccia]], della [[morte]], della [[natura]] e del [[vento]]. Rudra è la forma primordiale di [[Śiva]], l'aspetto [[Dio|divino]] preposto alla distruzione, ed è anche un nome di Śiva nello [[Śiva sahasranama]] (la ripetizione dei 1000 nomi di Śiva).
 
Rudra, il deva della tempesta, viene normalmente raffigurato come una divinità feroce e distruttiva, icome cuiun terribilidèmone dardidalla causanochioma mortefolta edi serpi, adorno d'una collana di teschi, malattieche aglidanza uominifurioso e allealimenta bestiela sua dissipazione col vino. RudraÈ detto lo Scancellatore, è attualmentesempre unoprossimo deialla nomimalattia, diruba Shiva;le looblazioni stessoe accadeha percome unmessaggero altrola epitetofebbre. È signore del sonno, Kapardinè l'accecatore. È signore degli elementi, della materia (conche, lase capigliaturasi intrecciatavuole aintenderla spiralecon comeScoto quellaErigena, diè unala mutevolezza delle forme conchigliamutevoli).
Rudra è attualmente uno dei nomi di Shiva; lo stesso accade per un altro epiteto, Kapardin (con la capigliatura intrecciata a spirale come quella di una conchiglia).
 
Rudra è provvisto di frecce che procurano [[malattia]] in chiunque egli colpisca, sia che si tratti di un essere celeste, un uomo o un animale. Con [[Diti]] egli generò i [[Marut]]. Il famoso inno [[Shri Rudram]] è un [[mantra]] vedico che recitato tutt'oggi.
2

contributi