Apri il menu principale

Modifiche

m
smistamento lavoro sporco e fix vari
|nome=''Tylosaurus''
|statocons= fossile
|immagine=[[File:Bunker Tylosaur.png|250px]]
|didascalia=L'esemplare "Bunker" di ''T. proriger'' (KUVP 5033) montato al Rocky Mountain Dinosaur Resource Center al [[Woodland Park (Colorado)|Woodland Park]], [[Colorado]]
<!-- CLASSIFICAZIONE: -->
''Tylosaurus'' è uno dei più noti mosasauri, le grandi lucertole marine diffuse nei mari del Cretaceo superiore. È il rappresentante tipico dei mosasauri noti come tilosaurini ([[Tylosaurinae]]), caratterizzati dal lungo muso simile a un rostro. Altri rappresentanti del gruppo includono ''[[Taniwhasaurus]]'' e il gigantesco ''[[Hainosaurus]]''.
===Storia tassonomica===
Come molti mosasauri scoperti nell'800, possiede una storia tassonomica poco chiara a causa della "faida" paleontologica tra due paleontologi, [[Edward Drinker Cope]] e [[Othniel Charles Marsh]]. Inizialmente il nome "''Macrosaurus''" ''proriger'' venne proposto da Cope ([[1869]]) per un cranio frammentario e tredici vertebre ritrovate nei pressi di Monument Rocks nel [[Kansas]] occidentale nel [[1868]]. Solo un anno dopo, lo stesso Cope ridescrisse il materiale e lo attribuì al genere ''[[Liodon]]''. Poi, nel [[1872]], Marsh descrisse un esemplare più completo ed eresse un nuovo genere, "''Rhinosaurus''", ma presto scoprì che questo nome era già stato utilizzato per descrivere un altro animale.
 
Cope suggerì che ''Rhinosaurus'' dovesse essere sostituito da un nuovo nome, ''Rhamphosaurus'', ma anch'esso era già stato utilizzato. Alla fine Marsh creò il genere ''Tylosaurus'' sempre nel 1872, includendo il materiale descritto da Cope e altri esemplari più completi, ritrovati anch'essi in Kansas. Un esemplare gigantesco di ''T. proriger'', ritrovato nel [[1911]] da C. D. Bunker nei pressi di [[Wallace]] (Kansas), è uno dei più grandi scheletri di ''Tylosaurus'' mai ritrovati.
[[File:Tylosaurus.jpg|sinistra|miniatura|Ricostruzione antiquata di ''Tylosaurus'' di [[Charles R. Knight]]]]
[[File:Tylosaurus prorDB15.jpg|miniatura|Ricostruzione di ''Tylosaurus proriger'' sulla base degli studi compiuti da Johan Lindgren e colleghi (2010, 2013) ]]
 
===Specie===
Sono note numerose specie di ''Tylosaurus''; secondo alcuni autori (Lindgren e Siverson, 2002; Everhart, 2005) vi sarebbero due gruppi principali, caratterizzati da una diversa morfologia dei denti. Il primo gruppo è formato dalla specie tipo, ''T. proriger'' (del [[Santoniano]]/Campaniano) e da ''T. nepaeolicus'' e ''T. kansasensis'', entrambe un po' più antiche (Coniaciano) e di dimensioni relativamente ridotte; tutte queste specie vissero nel [[mare interno occidentale]] del Nordamerica e possedevano denti relativamente sottili e lisci, con carene poco sviluppate.
 
L'altro gruppo è costituito da ''T. ivoensis'' (Campaniano della [[Svezia]]), ''T. pembinensis'' (Campaniano del [[Canada]]) e ''T. gaudryi'' (Santoniano/Campaniano della [[Francia]]), tutte specie gigantesche con denti robusti e dotati di due carene fortemente seghettate. Altre specie attribuite con qualche dubbio a ''Tylosaurus'' sono ''T. iembeensis'' del [[Turoniano]] dell'[[Angola]] e ''T. capensis'' del Santoniano del [[Sudafrica]]. Una specie proveniente dalla [[Nuova Zelanda]] (''T. haumuriensis'') proveniente dal [[Maastrichtiano]], è attualmente considerata parte del genere ''Taniwhasaurus''.[[File:Mosasaur skeleton.jpg|thumb|Calco del gigantesco esemplare noto come "Bunker tylosaur"]][[File:Knight Tylosaurus.jpg|miniatura|350x350px|Dipinto di [[Charles R. Knight]] di Tylosaurus |sinistra]]
==Paleobiologia==
I tilosauri erano grandi predatori marini, diffusi nei mari di gran parte del mondo nel Cretaceo superiore. È probabile che la struttura a forma di [[rostro]] nella parte anteriore del muso fosse usata per colpire le prede, per difendersi dai predatori (come gli [[squali]]) o anche in combattimenti intraspecifici.
 
Un esemplare mostra la punta del muso deformata, forse il risultato di un'infezione o di una ferita. I tilosauri erano capaci di immergersi a grandi profondità, ma le ossa di alcuni esemplari mostrano segni di [[osteoporosi]] e sindrome da decompressione ([[necrosi]] avascolare) (Sheldon, 1997), ed è quindi probabile che non fossero completamente adattati a scendere a grandi profondità.[[File:Tylosaurus sp skin 1.JPG|thumb|Impronta fossile della pelle di un esemplare di ''Tylosaurus'']]
{{Mosasauridae}}
 
{{Portale|Paleontologiapaleontologia|rettili}}
 
[[Categoria:Mosasauroidi]]
1 084 967

contributi