Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
[[File:Massimo Busacca, Referee, Switzerland (06).jpg|thumb|[[Massimo Busacca]], ex arbitro di calcio [[Svizzera|svizzero]], con la divisa internazionale del biennio 2010-2011]]
[[File:John Langenus The football arbitrator a judging first final of the World championships 1930 year.jpg|thumb|[[John Langenus]], l'arbitro che diresse la prima finale del [[Campionato mondiale di calcio|Mondiale]].]]
L<nowiki>'</nowiki>'''arbitro''', noto anche con i termini comuni ma non ufficiali quali '''direttore di gara''' o '''ufficiale di gara'''<ref>[http://www.treccani.it/vocabolario/arbitro/ "Arbitro" - Treccani.it]</ref>, è chicolui che dirige e assicura il rispetto delle [[Regole del gioco del calcio|regole]], stabilite dall'[[IFAB]], dalla [[FIFA]] e dalle federazioni calcistiche continentali e nazionali, durante una partita di [[Calcio (sport)|calcio]].
 
All'arbitro è conferita tutta l'autorità necessaria per far osservare le regole del gioco nell'ambito della gara che è chiamato a dirigere e controllare.<ref>{{cita web |url = http://www.aia-figc.it/download/regolamenti/reg_2011.pdf|titolo = Regolamento del Giuoco del Calcio|editore = aia-figc.it|formato = PDF|pagina = 50}}</ref>
 
== Doveri e poteri dell'arbitro ==
Il compito principale e ufficiale dell'arbitro è quello di controllare che una gara di [[Calcio (sport)|calcio]] si svolga sotto l'osservanza delle [[Regole del gioco del calcio|regole del gioco]], coadiuvato, se presenti, dagli [[Assistente arbitrale (calcio)|assistenti arbitrali]], che classicamente sono solo due, formando la cosiddetta '''''terna arbitrale'''''.
 
Deve altresì assicurarsi che i [[Pallone da calcio|palloni]] utilizzati nella gara e [[Regole del gioco del calcio#L'equipaggiamento dei calciatori|l'equipaggiamento dei calciatori]] rispettino i requisiti previsti dalle regole del gioco.
 
L'arbitro è inoltre l'unico [[Cronometro|cronometrista]] ufficiale della gara e deve prendere nota degli episodi accaduti nel corso della stessa, per poi a fine gara riportarli sul referto.
[[File:Offside icon.svg|left|thumb|La bandierina dell'assistente arbitrale può essere a quadri gialli e rossi, oppure interamente gialla]]
{{vedi anche|Assistente arbitrale (calcio)}}
Il controllo della partita da parte dell'arbitro avviene classicamente con la collaborazione di due suoi [[Assistente arbitrale (calcio)|assistenti arbitrali]], che formano con l'arbitro la cosiddetta terna arbitrale.
 
Se ritenuto necessario, viene designato anche un quarto ufficiale, detto comunemente "quarto uomo", e in caso straordinario può essere designato anche un [[Assistente arbitrale (calcio)#Assistente di riserva|assistente di riserva]], detto anche "quinto uomo".
 
Le gare dei campionati di vertice italiani ([[Serie A]]/[[Serie B]], [[Coppa Italia]]) e internazionali, svolte sotto egida [[FIFA]] e [[Union of European Football Associations|UEFA]], normalmente vedono la presenza di almeno quattro ufficiali di gara (arbitro, [[Assistente arbitrale (calcio)|assistenti]], e quarto ufficiale).
 
A partire dalla stagione [[2009]]/[[2010]] in aiuto della classica terna (arbitro con i due assistenti)quaterna, nella competizione [[UEFA Europa League]] vengono introdotti e designati in via sperimentale anche due assistenti supplementari, detti ''arbitri addizionali d'area'': durante la gara, essi prendono posto nei pressi della linea di porta e hanno il compito di vigilare su quanto accade all'interno dell'[[area di rigore]], specialmente in caso di assegnazione o meno di una rete in casi dubbi. Dalla stagione successiva essi vengono introdotti anche nella [[UEFA Champions League]] e in alcuni campionati nazionali; dalla stagione [[2012]]/[[2013]] gli addizionali d'area vengono introdotti anche in [[Serie A]], dove rimangono fino alla fine della stagione [[Serie A 2016-2017|2016/2017]].
 
Dalla stagione [[Serie A 2017-2018|2017/2018]] viene introdotto in Serie A il sistema [[Video Assistant Referee|VAR]], con due nuovi ufficiali di gara denominati '''VAR''' e '''AVAR'''.
 
Nelle gare dei campionati semiprofessionistici nazionali (dalla [[Serie C]] in giù, fino alla Promozione) e dilettantistiche regionali, le gare vengono di norma dirette da soli tre ufficiali (arbitro e i suoi classici due assistenti).
 
Normalmente anche le gare di [[Eccellenza (calcio)|Eccellenza]] e [[Promozione (calcio)|Promozione]] sono dirette da una terna arbitrale.
La terna arbitrale può essere presente negli spareggi ([[play-off]]-[[play-out]]) di [[Prima Categoria]] e [[Seconda Categoria]], e nelle gare del settore giovanile più importanti.
 
Le segnalazioni degli altri ufficiali di gara, a cui il regolamento dedica la Regola 6<ref>Regola 6 - Gli assistenti dell'arbitro ({{cita web|url = http://www.aia-figc.it/download/regolamenti/reg_2011.pdf|titolo = Regolamento del Gioco del Calcio|editore = FIGC}})</ref>, sono esclusivamente a fini di supporto, e quindi spetta solo all'arbitro la scelta di prendere in considerazione o no la segnalazione dell'assistente, e quindi di decidere se interrompere o meno il gioco.
 
== Oggetti dell'arbitro ==
Utente anonimo