Differenze tra le versioni di "Getz/Gilberto"

m
Bot: orfanizzo redirect Antonio Carlos Jobim
m (Correggo redirect da Jazz Samba a Jazz Samba (album) tramite popup)
m (Bot: orfanizzo redirect Antonio Carlos Jobim)
 
Dopo un tentativo di suonare il nuovo [[samba]] con una grande orchestra, in ''Big Band Bossa Nova'' nell'agosto del [[1962]], [[Stan Getz|Getz]] e [[Creed Taylor|Taylor]] decisero che era ora di portare negli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]] questi musicisti, anche per anticipare le offerte che provenivano da altri noti jazzisti statunitensi.
[[Creed Taylor]], con grande intuito, aveva già fatto arrivare [[AntonioAntônio Carlos Jobim]] dal [[Brasile]].
 
Nel febbraio del [[1963]], [[Creed Taylor|Taylor]] riunì in sala d'incisione un gruppo formato da [[Luiz Bonfá|Bonfá]], [[Antonio Carlos Jobim|Jobim]], [[Stan Getz|Getz]], il suo gruppo abituale e alcuni musicisti brasiliani. Ne scaturì l'album ''[[Jazz Samba Encore!]]'', virtuale seguito del primo fortunato ''[[Jazz Samba (album)|Jazz Samba]]''. Il risultato fu un disco abbastanza discontinuo: [[Luiz Bonfá|Bonfá]], grande musicista, non era certamente avvezzo alla "batida" della [[bossa nova]] come veniva praticata dai nuovi innovatori e la collaborazione con [[Antonio Carlos Jobim|Jobim]] non fu delle migliori (ai due era stata affidata la conduzione artistica e gli arrangiamenti). Paradossalmente, la [[bossa nova]], in quel disco, ce la misero i musicisti nordamericani più che i brasiliani. Si trattò, in effetti, di un primo esperimento. Il bello doveva ancora venire.
===La musica===
 
''Getz/Gilberto'' contiene alcune delle composizioni di [[AntonioAntônio Carlos Jobim]] che sono diventate degli "[[standard (musica)|standard]]" nella [[musica leggera]] e nel [[jazz]].
 
[[João Gilberto]] si era già dimostrato il miglior interprete di queste canzoni nel suo paese. In questo disco è il protagonista assoluto: la sua voce nasale, priva di vibrato, e la sua chitarra, decisa, martellante, incalzante, sono un sunto e il vertice massimo di quel genere nato pochi anni prima in [[Brasile]].
Il [[sassofono]] di [[Stan Getz]], paradossalmente, si alterna alla voce di [[João Gilberto|João]] proprio con l'uso del [[vibrato]] (di fatto letteralmente abolito dallo spirito minimalista della prima [[bossa nova]]), ma sempre con frasi delicatissime. "''Quando Stan suona, suona!''", dirà [[Creed Taylor]]: in effetti [[Stan Getz|Getz]] pare entrare subito in sintonia con i musicisti brasiliani. I suoi assoli sottolineano in maniera perfetta, impreziosendole con un linguaggio tipicamente ''[[cool jazz|cool]]'', le melodie di [[AntonioAntônio Carlos Jobim]].
Il [[compositore]] brasiliano, con il suo [[pianoforte]], accompagna l'incalzare deciso e le atmosfere sommesse di [[João Gilberto|Gilberto]] con frasi discrete, ma preziose.
La sezione ritmica è brasiliana e rappresenta un salto di qualità decisivo rispetto ai precedenti album [[Jazz samba|"brasiliani"]] di [[Stan Getz]].
Sostengono il tempo in modo perfetto, incessante e instancabile, dando la possibilità a [[João Gilberto]] di adeguare la sua voce e la sua chitarra alle sottolineature di ogni frase (ad esempio in ''[[Desafinado]]'' e in ''Só Danço Samba ''). I rallentamenti e le accelerazioni del cantante avrebbero messo in crisi qualunque sezione ritmica, ma non Milton Banana e Sebastião Neto (entrambi accompagnatori di fiducia di [[Antonio Carlos Jobim|Jobim]]).
 
La voce di [[Astrud Gilberto]] diventerà il marchio di fabbrica della [[bossa nova]] negli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]] e di questo disco, ma appare un po' fuori luogo se ascoltata nel contesto. Non perfettamente intonata, monocorde, ma affascinante e, a tratti, sensuale, appare dar ragione alle obiezioni di [[AntonioAntônio Carlos Jobim]] che non voleva [[Astrud Gilberto|Astrud]] nel disco; conferma, invece, l'intuizione di [[Stan Getz]] e di [[Creed Taylor]] visto il successo di ''[[The Girl From Ipanema]]'' che diventerà simbolo, nell'[[immaginario collettivo]], del sole, delle spiagge dorate, della proverbiale bellezza delle donne brasiliane.
 
===Il successo===
''[[The Girl From Ipanema]]'' ha vinto, anch'esso, il [[Grammy Award]] nel [[1965]] (premi per le produzioni del [[1964]]) come ''Record of the Year'' ([[Astrud Gilberto]], [[Stan Getz]])
 
Inoltre, sempre ai [[Grammy Award]] del [[1965]], [[Astrud Gilberto|Astrud]] e [[AntonioAntônio Carlos Jobim]] sono stati nominati come ''Best New Artist'' (ma hanno perso contro i [[The Beatles|Beatles]]), [[João Gilberto|João]] come ''Best Male Vocalist'' (ma ha perso contro [[Louis Armstrong]] con ''Hello Dolly!''), il paroliere Gene Lees (giornalista di ''Down Beat'' e autore del testo inglese di ''Corcovado'') come ''Best Album Notes''. La concorrenza era agguerrita: oltre ai [[The Beatles|Beatles]] (appena sbarcati negli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]]) e a [[Louis Armstrong|Armstrong]], si contesero i premi [[Barbra Streisand]] con ''People'', [[Henry Mancini]], [[Leonard Bernstein]] e persino [[Bill Cosby]]. Che la [[bossa nova]] fosse di moda lo dimostra un premio al [[chitarrista]] brasiliano [[Laurindo Almeida]].
 
Nel [[2000]] ''Getz/Gilberto'' è stato inserito nella ''Grammy Hall of Fame''. Nel [[2003]] la rivista [[Rolling Stone]] l'ha inserito al 454º posto della sua [[lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone|lista dei 500 migliori album]].
* [[Stan Getz]] - [[sax tenore]]
* [[João Gilberto]] - [[chitarra]], [[Canto|voce]]
* [[AntonioAntônio Carlos Jobim]] - [[pianoforte]]
* Sebastião Neto - [[contrabbasso]] (*)
* Milton Banana - [[Batteria (strumento musicale)|batteria]]
* [[Jazz Samba (album)|Jazz Samba]]
* [[Getz/Gilberto 2]]
* [[AntonioAntônio Carlos Jobim]]
 
==Collegamenti esterni==
579 395

contributi