Sirmia: differenze tra le versioni

33 byte aggiunti ,  4 anni fa
Nessun oggetto della modifica
 
==Storia==
La regione della Sirmia, che deve il suo nome all'antica città di [[Sirmio]] (''Sirmium'', l'attuale [[Sremska Mitrovica]]), fu originariamente abitata dagli [[Illiri]] e poi romanizzata nel [[I secolo a.C.]] L'assimilazione non fu tuttavia facile: le cronache narrano di un'[[Rivolta dalmato-pannonica del 6-9|insurrezione dalmato-pannonica]] nel triennio dall'anno [[6]] al [[9]].
 
Sotto il dominio dei [[Civiltà romana|Romani]] Sirmio divenne una città importante, la capitale economica dell'intera [[Pannonia]] e una delle quattro capitali dell'impero nel [[293]], in seguito all'introduzione della [[Tetrarchia]]. La regione diede i natali a ben sei imperatori romani: [[Decio]] (imperatore dal 249 al 251), [[Aureliano]] (270-275), [[Marco Aurelio Probo|Probo]] (276-282), [[Massimiano]] (285-310), [[Costanzo II]] (337-361) e [[Graziano]] (367-383).
 
Durante la [[seconda guerra mondiale]] sul [[fronte jugoslavo (1941-1945)|fronte jugoslavo]] nella regione della Srimia, il cosiddetto "fronte dello Srem", venne combattuta la battaglia finale tra l'[[Esercito Popolare di Liberazione della Jugoslavia]] e le [[Heer (Wehrmacht)|truppe tedesche]] della [[Wehrmacht]]. Dopo alcuni mesi di dura guerra di posizione in inverno, i partigiani riuscirono finalmente, a costo di forti perdite, a sfondare il fronte dello [[Srem]] il 12 aprile 1945, prima dell'avanzata finale verso [[Zagabria]] e i confini settentrionali e nord-occidentali.
 
==Voci correlate==
Utente anonimo