Apri il menu principale

Stazione di Modugno

stazione ferroviaria italiana, gestita da RFI
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando lomonima stazione delle Ferrovie Appulo Lucane, vedi Stazione di Modugno (FAL).
Modugno
stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàModugno
Coordinate41°04′27.99″N 16°46′29.59″E / 41.074443°N 16.774887°E41.074443; 16.774887Coordinate: 41°04′27.99″N 16°46′29.59″E / 41.074443°N 16.774887°E41.074443; 16.774887
Lineeferrovia Bari-Taranto
Caratteristiche
Stato attualein uso
Attivazione1884
Binari3

La stazione di Modugno era una stazione a servizio della città di Modugno, posta sulla ferrovia Bari-Taranto.

StoriaModifica

Nel 1855, sotto il governo del Regno delle Due Sicilie, venne avanzato il progetto di una linea ferroviaria che collegasse Napoli a Brindisi[1]. Una volta arriva a Foggia, la ferrovia avrebbe dovuto girare verso sud congiungendo Cerignola, Canosa, Barletta, Giovinazzo, Bitonto, Modugno e Bari. Tuttavia, il progetto venne abbandonato perché troppo costoso: si prevedeva la costruzione di diversi ponti e gallerie.

A seguito dell'Unità d'Italia si ebbe uno sviluppo della rete ferroviaria e nel 1864-1865 venne inaugurata la linea Foggia-Bari-Brindisi. Questa linea passava lungo la costa e non attraversava Modugno. La successiva concessione costruzione e l'esercizio della ferrovia Bari-Taranto fu rilasciata alla Società Italiana per le strade ferrate meridionali con la Legge 21 agosto 1862, n. 763.

Inizialmente, era stata ipotizzata l'esclusione di Modugno dal tracciato della linea Bari-Taranto, in quanto il percorso più breve in linea d'aria è quello che passa per i centri urbani di Casamassima e Gioia del Colle; tuttavia questo progetto non poté essere realizzato in quanto questo percorso prevedeva delle pendenze eccessive per le locomotive dell'epoca. Per questa ragione il percorso venne presto modificato e Modugno usufruì del collegamento ferroviario.

Inaugurata nel 1884[2], fu la prima stazione posta a servizio del comune di Modugno, fino all'apertura della stazione FAL nel 1915 e della fermata Modugno Città nel 1958[3]. All'epoca della sua inaugurazione era ubicata relativamente lontana dal centro abitato, ad oltre 1 km in direzione di Bitetto.

Strutture e impiantiModifica

La stazione dispone di un parcheggio, di un fabbricato viaggiatori che ospita il solo ufficio movimento, e di 6 binari, di cui tre passanti e tre tronchi.

NoteModifica

  1. ^ Rossi, De Rosa, Carrieri (a cura di), Annali delle opere pubbliche e dell'architettura, Napoli, Tipografia di Gaetano Rusconi, 1855., pagg.133-136
  2. ^ Deliberazioni Comunali, 1884
  3. ^ Deliberazioni Comunali, 1863
  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti