Apri il menu principale

Strada Vinzaglio

strada di Grosseto
Strada Vinzaglio
Strada Vinzaglio 3.JPG
Nomi precedentiChiasso delle Monache[1]
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàGrosseto
Circoscrizione2 - Centro
QuartiereCentro storico
Informazioni generali
Tipostrada
IntitolazioneVinzaglio
Collegamenti
InizioPiazza San Francesco
FinePiazza Mensini
IntersezioniChiasso delle Monache, Piazza Baccarini
Mappa

Coordinate: 42°45′40.77″N 11°06′50.43″E / 42.761324°N 11.114007°E42.761324; 11.114007

Strada Vinzaglio è una via del centro storico di Grosseto.

DescrizioneModifica

La strada ha inizio dalla facciata della chiesa dei Bigi, situata all'inizio del lato orientale, presso la quale si apre piazza San Francesco. Dirigendosi verso sud, sul medesimo lato vi si affaccia anche l'attiguo complesso conventuale delle Clarisse, che ha ospitato in tempi recenti il museolab e la facoltà di archeologia del Polo Universitario Grossetano, e vi si apre il caratteristico Chiasso delle Monache. All'inizio del lato occidentale, presso il quale si apre piazza Baccarini, si affaccia il fianco laterale sinistro del palazzo del vecchio tribunale che ospita il Museo archeologico e d'arte della Maremma.

La strada è interrotta dalla piazzetta Bruno Dominici, che divide strada Vinzaglio nel tratto settentrionale e nel tratto meridionale. Continuando a sud, si trovano sulla destra il Villino Magrassi e il Villino Brogi, realizzati tra il 1927 e il 1929 con pregevoli lineamenti liberty, e infine il breve tratto di strada termina in un quadrivio, arrivando a piazza Mensini, dove sorgono l'imponente palazzo della Stella d'Italia (1890) e la facciata posteriore del Palazzo Comunale, e alla adiacente piazzetta Innocenzo II, dove si trovano il campanile della cattedrale di San Lorenzo e il Palazzo Gigli, settecentesco edificio un tempo dimora dei vescovi di Grosseto.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Mario Innocenti, Stefano Innocenti, Grosseto: briciole di storia. Cronaca fotografica della città e della periferia (Ponte Tura, ippodromo del Casalone, il Deposito etc.) dalla seconda metà del XVIII secolo agli anni sessanta del Novecento, vol. 3, Grosseto, Editrice Innocenti, 2003, p. 12.

BibliografiaModifica

  • Mario Innocenti, Elena Innocenti, Grosseto: briciole di storia. Cartoline e documenti d'epoca 1899-1944, voll. 1-2, edizione riveduta e corretta, Grosseto, Editrice Innocenti, 2005.
  • Mario Innocenti, Stefano Innocenti, Grosseto: briciole di storia. Cronaca fotografica della città e della periferia (Ponte Tura, ippodromo del Casalone, il Deposito etc.) dalla seconda metà del XVIII secolo agli anni sessanta del Novecento, vol. 3, Grosseto, Editrice Innocenti, 2003.
  • Mariagrazia Celuzza, Mauro Papa, Grosseto visibile, Arcidosso, Edizioni Effigi, 2013.

Voci correlateModifica