Tefigramma

diagramma termodinamico

Il tefigramma è uno dei quattro diagrammi termodinamici (assieme al diagramma di Stüve, il nomogramma di Herloffson e l'emagramma) utilizzati per analizzare la struttura termica dell'atmosfera terrestre e per fare previsioni meteorologiche.

Tefigramma riportante le curve adiabatiche secche, le adiabatiche sature le curve di saturazione iso-rw in rapporto all'umidità relativa e al rapporto di mescolanza.

Il nome deriva dalla dizione "T--gramma" utilizzata per indicare gli assi della temperatura (T) e dell'entropia () nei diagrammi semilogaritmici.[1] Il tefigramma viene utilizzato per mettere in diagramma i valori di temperatura e di punto di rugiada che in genere provengono da misure effettuate con palloni sonda, aerei o satelliti meteorologici e che permettono di calcolare la stabilità convettiva o l'energia potenziale convettiva disponibile (CAPE, dall'acronimo della terminologia inglese Convective Available Potential Energy).[1] A fianco del tefigramma possono anche essere apposte le piccole frecce indicanti la direzione e la forza dei venti alle varie altezze.

NoteModifica

  1. ^ a b Meteorology and Climate Centre, The Tephigram (PDF), su M.Sc. in Meteorology, University College Dublin. URL consultato il 18 gennaio 2012.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica