Apri il menu principale

Tempio di Esculapio (Villa Borghese)

tempio di Villa Borghese a Roma
Il Tempio di Esculapio a Villa Borghese

Il tempio di Esculapio è sito in un isolotto artificiale del lago sito nel Giardino del Lago a Villa Borghese (Roma).

Trattasi di un tempietto in stile ionico realizzato tra il 1785 e il 1792 da Antonio e Mario Asprucci (padre e figlio) e da Cristoforo Unterperger e dedicato al dio della medicina. Secondo le intenzioni originarie dei costruttori era prevista esclusivamente l'edificazione di un prospetto architettonico per accogliere la statua di Esculapio, portata alla luce presso le rovine del Mausoleo di Augusto: fu solo dopo che si decise di costruire un piccolo tempio isolato.[1]

Il tempio di Esculapio, squisitamente neoclassico, consta di un portico con quattro capitelli ionici che sorreggono un frontone triangolare. Fra il frontone e le colonne è collocata una trabeazione che reca una scritta in greco dedicatoria a Esculapio Salvatore, «Ασκληπιωι Σωτηρι» (Asclepioi Soteri = (dedicato) ad Esculapio Salvatore): al di sopra troviamo inoltre un timpano triangolare decorato con un bassorilievo a stucco raffigurante l'arrivo del dio a Roma.[1]

Sul tetto vi sono varie statue ellenistiche, mentre dietro il portico vi è l'edicoletta con la statua di Esculapio. L'isolotto è raggiungibile dalla terraferma tramite un pontile in legno con ringhiere in acciaio chiuso al pubblico mediante un cancello.[1]

NoteModifica

Altri progettiModifica