Loyd Blankenship

hacker statunitense
(Reindirizzamento da The Mentor)

«Noi facciamo uso di un servizio già esistente che non costerebbe nulla se non fosse controllato da approfittatori ingordi, e voi ci chiamate criminali. Noi esploriamo...e ci chiamate criminali. Noi cerchiamo conoscenza...e ci chiamate criminali. Noi esistiamo senza colore di pelle, nazionalità, credi religiosi e ci chiamate criminali. Voi costruite bombe atomiche, finanziate guerre, uccidete, ingannate e mentite e cercate di farci credere che lo fate per il nostro bene, e poi siamo noi i criminali.»

(Loyd Blankenship, The Hacker Manifesto)

Loyd Blankenship (noto come The Mentor) (1965) è un hacker statunitense, fin dagli anni '80, quando era membro del gruppo hacker Legion of Doom. È l'autore di The Conscience of a Hacker ("La coscienza di un Hacker", noto anche come The Hacker Manifesto), che scrisse dopo essere stato arrestato e che venne pubblicato dall'e-zine Phrack. Loyd lesse e commentò The Hacker Manifesto [1] all'incontro di hacker H2K2 a Las Vegas. Ha inoltre scritto il libro del gioco di ruolo cyberpunk GURPS Cyberpunk, che per via del suo coinvolgimento venne sequestrato dai servizi segreti statunitensi.

Loyd Blankenship

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN202144928074954340581 · LCCN (ENno2017122330 · WorldCat Identities (ENviaf-202144928074954340581