Apri il menu principale

Un torneyamen (in lingua occitana equivale a "torneo") o certamen (oppure in it. certame) è un genere di poesia lirica utilizzato dai trovatori del XIII secolo. Strettamente correlata alla tenzone (una disputa tra due poeti), e al partimen (una domanda posta da un poeta alla quale un altro risponde), il torneyamen aveva luogo tra diversi poeti, in origine di solito tre. La tenso a tre venne iniziata da Raimbaut de Vaqueiras con Ademar de Peiteus e Perdigon.[1] Queste tensos più allargate divennero note come torneyamens soltanto successivamente.[2] Una tenso o partimen, sottoposta all'aggiudicazione di un altro trovatore, può avere un jutjamen (giudizio) poetico assegnato a essa, sì da poter essere considerata un torneyamen fra tre. Il torneyamen, come le forme di dispute correlate, era forse in special modo comune in contesti, quali giochi floreali e puys. Molte di tali tensos e partimens si legano ai jutjamens resi in versi, come nell'esempio Senyer Bernatz, dues puncelhas say citato sotto.

EsempiModifica

NoteModifica

  1. ^ It—Senher n'Aymar, chauzes de tres baros— disponibile, con traduzione in inglese qui.
  2. ^ Chambers, Frank M. (1985), An Introduction to Old Provençal Versification (Diane Publishing, ISBN 0-87169-167-1), p. 151–152.