Tre intermezzi per pianoforte

Tre intermezzi per pianoforte
JBrahms 3 Intermezzi, Op.117 fe.pdf
Spartito completo
CompositoreJohannes Brahms
Tipo di composizioneBrani per pianoforte
Numero d'opera117
Epoca di composizione1892
Prima esecuzione
  • 30 gennaio 1893, Londra (n° 1)
  • 30 gennaio 1893, Vienna (n° 2)
  • 27 novembre 1893, Amburgo (n° 3)
Durata media16 minuti
Organicopianoforte
Movimenti
3 intermezzi:
  1. Andante moderato (mi♭ magg.)
  2. Andante non troppo e con molto espressione (si♭ minore)
  3. Andante con moto (do♯ minore)

Tre intermezzi per pianoforte, Op. 117, sono composizioni per pianoforte solista che Johannes Brahms creò nel 1892.

StoriaModifica

Gli intermezzi furono descritti dal critico Eduard Hanslick come "monologhi"... pezzi di "carattere completamente personale e soggettivo" che colpivano una "nota pensierosa, aggraziata, sognante, rassegnata ed elegiaca". Gli Intermezzi dell'Opus 117 furono composti nel 1892.

MusicaModifica

Il primo intermezzo, in mi bemolle maggiore, è preceduto nella partitura da due versi di una vecchia ballata scozzese, Lamento di Lady Anne Bothwell:

Balow, piccola mia, sdraiati e dormi!
Mi fa male vederti piangere.

La parte centrale del secondo intermezzo, in si bemolle minore, sembra al biografo di Brahms Walter Niemann ritrarre un "uomo in piedi con il cupo vento autunnale che gli turbina intorno".

Anche l'intermezzo finale, in do diesis minore, ha una qualità autunnale, suggerendo il vento freddo che soffia tra gli alberi mentre le foglie cadono.

BibliografiaModifica

  • Walter Gieseking. Schumann Brahms. Columbia Masterworks (ML 4540), 1952.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica classica