Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Trematopsidae
Acheloma 12DB.jpg
Acheloma
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Amphibia
Ordine Temnospondyli
Sottordine Euskelia
Superfamiglia Dissorophoidea
Famiglia Trematopsidae

I trematopsidi (Trematopsidae) sono una famiglia di anfibi estinti, appartenenti ai temnospondili. I loro resti fossili sono stati rinvenuti esclusivamente in terreni del Permiano inferiore (290 – 275 milioni di anni fa) in Nordamerica.

DescrizioneModifica

Il corpo dei trematopsidi era generalmente corto e compatto, con quattro robuste zampe adatte alla locomozione terrestre. L'aspetto generale era assai simile a quello degli affini dissorofidi (Dissorophidae), ma la differenza principale riguardava il cranio. Questo era dotato, caso unico tra i temnospondili, di una narice esterna molto allungata, dalle funzioni non ancora chiarite. Il cranio, per il resto, era piuttosto simile a quello dei dissorofidi e possedeva una notevole incisura otica, simile a quella presente negli anfibi attuali.

ClassificazioneModifica

La famiglia dei trematopsidi fa parte del gruppo dei dissorofoidi, anfibi temnospondili caratteristici del Permiano dalle spiccate abitudini terrestri. Numerosi scienziati ritengono che gli attuali anfibi si siano evoluto da un antenato dissorofoide, ma non sembra che questo “anello mancante” possa essere cercato fra i trematopsidi, a causa delle notevoli specializzazioni craniche. Il genere più noto della famiglia è Acheloma.

 
Schema dell'evoluzione dei trematopsidi Tratto dal lavoro di Schoch (2012)

Di seguito è mostrato il cladogramma tratto dallo studio di Polley e Reisz (2011):

Dissorophoidea 
 

Sclerocephalus haeuseri


 

Micromelerpeton credneri


 
 

Micropholis stowi


 
 

Eoscopus lockardi


 Olsoniformes 
 

Cacops morrisi


 Trematopidae 
 

Phonerpeton pricei


 
 Acheloma 
 

Acheloma cumminsi


 

Acheloma dunni



 
 

Actiobates peabodyi


 
 

Ecolsonia cutlerensis


 
 

Anconastes vesperus


 

Tambachia trogallas











Stile di vitaModifica

Le caratteristiche narici esterne, così grandi e allungate, hanno fatto supporre ad alcuni paleontologi che fosse presente una ghiandola del sale, e che vi fosse un tipo di muscolatura cranica molto particolare. In ogni caso, i trematopsidi rappresentavano con tutta probabilità una nicchia ecologica di piccoli predatori terrestri.

BibliografiaModifica

  • Bolt, J.R. 1974. Osteology, function and evolution of the trematopsid (Amphibia:. Labyrinthodontia) nasal region. Fieldiana: Geology, 33: 11-29.
  • Polley, B.P.; and Reisz, R.R. (2011). "A new Lower Permian trematopid (Temnospondyli: Dissorophoidea) from Richards Spur, Oklahoma". Zoological Journal of the Linnean Society. 161 (4): 789–815. doi:10.1111/j.1096-3642.2010.00668.x.
  • Schoch, R. R. 2012: Character distribution and phylogeny of the dissorophid temnospondyls, Foss. Rec., 15, 121-137, https://doi.org/10.1002/mmng.201200010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica