Turpilione

generale romano

Turpilione (latino: Turpilio; ... – 409) è stato un generale romano.

Turpilione
Morte409
Cause della morteassassinato
Dati militari
Paese servitoImpero romano d'Occidente
Forza armataEsercito romano
GradoMagister equitum
ComandantiStilicone
GuerreGuerra gotica
Comandante diCavalleria
voci di militari presenti su Wikipedia

BiografiaModifica

Nel 408, dopo la condanna a morte di Stilicone, l'imperatore Onorio cambiò i comandanti dell'esercito romano che erano fedeli al defunto generale, mettendo al loro posto alcuni protetti dell'influente magister officiorum Olimpio: Turpilione fu nominato magister equitum (comandante della cavalleria), Varanes magister peditum (comandante della fanteria) e Vigilanzio comes domesticorum.[1] Nel 409 Varanes tornò in Oriente per assumere la carica di console, e Turpilione gli succedette nella carica.[2]

Con la morte di Olimpio, nel 409 Turpilione fu vittima della congiura del prefetto del pretorio Giovio e del comes domesticorum equitum Allobico: i due organizzarono una rivolta dell'esercito, con i soldati che richiedevano la rimozione dei propri generali (Turpilione e Vigilanzio); Onorio cedette alle pressioni, e Turpilione e Viglanzio furono mandati in esilio, ma uccisi sulla nave durante il viaggio da coloro che li accompagnavano per volere di Giovio.[3]

NoteModifica

  1. ^ Zosimo, V.36.3.
  2. ^ Thomas S. Burns, Barbarians within the gates of Rome: a study of Roman military policy and the barbarians, ca. 375-425 A.D., Indiana University Press, 1994, ISBN 9780253312884, pp. 224, 367.
  3. ^ Zosimo, V.47.2, 48.1.

BibliografiaModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie