Apri il menu principale

Zaynab bint ʿĀmir, detta Umm Rumān (in arabo: أم رومان بنت عامر‎; Sarat, ... – Medina, 628), della tribù dei Kināna è stata una Sahaba, moglie del primo Califfo Abū Bakr.

Figlia di ʿĀmir[1] b. ʿUwaymir b. ʿAbd Shams b. ʿAttāb, fu una Compagna del profeta Maometto.
Fu moglie di Abū Bakr e madre di ʿĀʾisha bt. Abī Bakr, sposa favorita di Maometto dopo la morte della sua prima moglie, Khadīja.

BiografiaModifica

Zaynab fu allevata nel Sarat (Arabia). Sposò un giovane della sua stessa tribù, di nome ʿAbd Allāh b. Ḥārith b. Sakhbara al-Azdi, da cui ebbe tre figli, Ṭufayl ibn ʿAbd Allāh, Asmāʾ e ʿAbd Allāh.

Zaynab e la sua famiglia si trasferirono a Mecca, dove suo marito[1] divenne socio in affari e amico di Abū Bakr (che era sposato con Qutayla bint 'Abd al-'Uzza, da cui ebbe Asmāʾ bt. Abī Bakr). Poco tempo dopo, Zaynab restò vedova e senza alcun sostegno familiare e tribale. Vedendo la precarietà della sua situazione, Abū Bakr la prese in moglie. Ebbero due figli: una figlia, ʿĀʾisha bint Abī Bakr (che sposerà Maometto) e un figlio, ʿAbd al-Raḥmān.

NoteModifica

  1. ^ a b Family Tree Abu bakr (GIF), Quran search online. URL consultato il 28 settembre 2012.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie