Uniform Resource Name

URI che identifica una risorsa all'interno di un namespace

Un Uniform Resource Name o URN è un URI che identifica una risorsa all'interno di un namespace, ma, a differenza dell'URL, non permette l'identificazione della locazione della risorsa stessa. Un esempio di URN è il codice ISBN: questo identifica univocamente un libro, ma non ci dà alcuna informazione sulla locazione dello stesso[1][2].

SintassiModifica

 
Schema IRI-URI-URL-URN.

La sintassi di uno schema URIurn:è rappresentata nella Backus-Naur Form

 
Esempio di codice ISBN

come[3][4]:

  namestring    = assigned-name
                      [ rq-components ]
                      [ "#" f-component ]
      assigned-name = "urn" ":" NID ":" NSS
      NID           = (alphanum) 0*30(ldh) (alphanum)
      ldh           = alphanum / "-"
      NSS           = pchar *(pchar / "/")
      rq-components = [ "?+" r-component ]
                      [ "?=" q-component ]
      r-component   = pchar *( pchar / "/" / "?" )
      q-component   = pchar *( pchar / "/" / "?" )
      f-component   = fragment

      ; regole generiche sintattiche URI (RFC3986)
      fragment      = *( pchar / "/" / "?" )
      pchar         = unreserved / pct-encoded / sub-delims / ":" / "@"
      pct-encoded   = "%" HEXDIG HEXDIG
      unreserved    = ALPHA / DIGIT / "-" / "." / "_" / "~"
      sub-delims    = "!" / "$" / "&" / "'" / "(" / ")" / "*" / "+" / "," / ";" / "="

      alphanum      = ALPHA / DIGIT  ; obsoleto

oppure, sotto forma di diagramma di sintassi, come:

 
  • Lo schema principale (urn:) non fa distinzione tra maiuscole e minuscole.
  • <NID>è l'identificatore del namespace e può includere lettere, cifre e -.
  • Il NID è seguito dalla stringa specifica del namespace<NSS>, la cui interpretazione dipende dal namespace specificato. L'NSS può contenere lettere e cifre ASCII e molti segni di punteggiatura e caratteri speciali. I caratteri ASCII e Unicode non consentiti possono essere inclusi se codificati in percentuale.

Nel 2017 è stata aggiornata la sintassi per gli URN[5]:

  • Il carattere barra (/) in questo caso è consentito in NSS per rappresentare nomi contenenti barre da sistemi di identificazione non URN.
  • Il componente q è stato aggiunto per consentire il passaggio di parametri alle risorse nominate.
  • Il componente r è stato aggiunto per consentire il passaggio di parametri ai resolver. Tuttavia, la specifica aggiornata rileva che non dovrebbe essere utilizzata fino a quando la sua semantica non sarà definita tramite un'ulteriore standardizzazione.

NamespaceModifica

Al fine di garantire l'unicità globale dei namespace URN, i loro identificatori (NID) devono essere registrati presso lo IANA. I namespace registrati possono essere "formali" o "informali". Un'eccezione al requisito di registrazione è stata precedentemente fatta per "namespace sperimentali", in quanto annullato dalla RFC 8141[6][1].

FormaleModifica

Sono stati registrati circa sessanta identificatori formali dei namespace URN. Si tratta di namespace in cui ci si aspetta che gli utenti di Internet traggano vantaggio dalla loro pubblicazione e sono soggetti a diverse restrizioni[5][6]. Essi devono:

  • Non essere un NID già registrato
  • Non iniziare con urn-
  • Essere più di due lettere
  • Non iniziare con XY-, dove XY è una combinazione di due lettere ASCII
  • Non iniziare con x-

InformaleModifica

I namespace informali sono registrati con IANA e assegnati a una sequenza numerica (scelta da IANA in base all'ordine di arrivo) come identificatore, nel formato[5]:

"urn-" <number>

I namespace informali sono namespace URN completi e possono essere registrati nei servizi di registrazione globali.

SperimentaleModifica

Un'eccezione al requisito di registrazione è stata precedentemente fatta per i "namespace sperimentali". Tuttavia, in seguito alla deprecazione della notazione "X-" per i nuovi namespace di tipo identificatore, RFC 8141 ha eliminato i namespace URN sperimentali, indicando una preferenza per l'uso del namespaceurn:example ove appropriato[5][7].

EsempiModifica

URN corrisponde a
urn:isbn:0451450523 Il libro del 1968 The Last Unicorn, identificato dal suo numero di libro.
urn:isan:0000-0000-2CEA-0000-1-0000-0000-Y Il film del 2002 Spider-Man, identificato dal suo numero audiovisivo.
urn:ISSN:0167-6423 La rivista scientifica Science of Computer Programming, identificata dal suo numero di serie.
urn:ietf:rfc:2648 La RFC 2648 dell'IETF.
urn:mpeg:mpeg7:schema:2001 Le regole del namespace predefinite per i metadati video MPEG-7[8].
urn:oid:2.16.840 L'OID per gli Stati Uniti.

NoteModifica

  1. ^ a b Peter Saint-Andre e John C. Klensin, Uniform Resource Names (URNs), RFC 8141, Internet Engineering Task Force, 2017-04. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  2. ^ BookVocabularies - W3C Wiki, su w3.org. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  3. ^ Tim Berners-Lee, Roy T. Fielding e Larry M. Masinter, Uniform Resource Identifier (URI): Generic Syntax, RFC 3986, Internet Engineering Task Force, 2005-01. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  4. ^ tools.ietf.org.
  5. ^ a b c d Peter Saint-Andre e John C. Klensin, Uniform Resource Names (URNs), RFC 8141, Internet Engineering Task Force, 2017-04. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  6. ^ a b Dirk-Willem van Gulik, Patrik Fältström e Leslie Daigle, Uniform Resource Names (URN) Namespace Definition Mechanisms, RFC 3406, Internet Engineering Task Force, 2002-10. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  7. ^ Peter Saint-Andre, A Uniform Resource Name (URN) Namespace for Examples, RFC 6963, Internet Engineering Task Force, 2013-05. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  8. ^ John R. Smith, A Uniform Resource Name (URN) Namespace for the Motion Picture Experts Group (MPEG), RFC 3614, Internet Engineering Task Force, 2003-09. URL consultato il 28 ottobre 2021.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàGND (DE7694957-6