Apri il menu principale

Cuius est solum eius est usque ad coelum et ad inferos

locuzione latina
(Reindirizzamento da Usque ad sidera, usque ad inferos)

Cuius est solum eius est usque ad coelum et ad inferos, o Usque ad sidera, usque ad inferos, è una massima latina che esprime il principio per cui il proprietario di un suolo gode di una situazione di assoluta preminenza sullo stesso, estendendosi a tutto quello che sta sopra la terra e a tutto quello che sta sotto; senza alcuna limitazione, letteralmente "dal cielo agli inferi", o "dalle stelle fino agli inferi"; nel linguaggio moderno, "da cielo a terra".

La locuzione non esiste nel diritto romano classico ed è di solito attribuita ad Accursio (XIII secolo),[1] che la usò discutendo del diritto ad avere tombe e loculi liberi dall'interferenza di edifici sovrastanti.[2]

NoteModifica

  1. ^ Harvard Legal Essays, Written in Honor of and Presented to John Henry Beale and Samuel Williston, 1977, Ayer Company Publishers, Incorporated, p. 522, nota 8
  2. ^ SWETLAND v. CURTISS AIRPORTS CORPORATION, 41 F.2d 929 (1930), District Court, N. D. Ohio, E. D., July 7, 1930, p. 5–7 (41 F.2d 934 & 935)
  Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina