Apri il menu principale

Viadotto dell'Angitola

Viadotto dell'Angitola
Viadotto dell'Angitola in costruzione.jpg
Il viadotto in costruzione nel 1966
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàFrancavilla Angitola, Pizzo Calabro
Attraversafiume Angitola
Coordinate
Dati tecnici
Tipoviadotto
Materialecalcestruzzo armato
Lunghezza1 050 m
Luce max.35 m
Realizzazione
Costruzione...-1972

Il viadotto dell'Angitola è un lungo viadotto in calcestruzzo armato della ferrovia Tirrenica Meridionale che scavalca la vallata del fiume Angitola, nel territorio dei comuni di Francavilla Angitola e Pizzo Calabro. In seguito a petizione è stato ribattezzato viadotto San Francesco di Paola[1].

È costituito da 30 campate lunghe circa 35 metri ciascuna e raggiunge la lunghezza complessiva di 1 050 metri; il tratto è in costante ascesa e parte dalla quota di 15 metri rispetto al fondo valle, all'imbocco nord, elevandosi fino a 60 metri di altezza all'imbocco sud. Il viadotto è parte essenziale del nuovo tracciato a doppio binario, definito "direttissima", tra Lamezia Terme e Rosarno, della Tirrenica Meridionale; insiste tra le stazioni di Eccellente e Vibo Pizzo. La variante venne costruita negli anni settanta ad integrazione del vecchio itinerario lungo il Capo Vaticano passante per Vibo Valentia Marina, Pizzo Calabro, Tropea e Nicotera che a causa dell'orografia risultava difficilissimo da raddoppiare; quest'ultimo rimase utilizzato per il traffico regionale o a media distanza[2].

NoteModifica

  1. ^ Antonio Aracri (vice sindaco), Richiesta intitolazione viadotto ferroviario a S. Francesco di Paola, su Sito comune di Francavilla Angitola, 16 maggio 2005. URL consultato il 6 settembre 2017.
  2. ^ Enrico Costa, Ma si, avanti con le casette in mezzo ai fiumi e sotto i ponti, in Strill.it, 7 dicembre 2009. URL consultato il 6 settembre 2017.

Voci correlateModifica