Apri il menu principale
Villa Fiorelli
Ingesso Villa Fiorelli Roma.jpg
Villa Fiorelli da via Melfi nel 2009
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàRoma
IndirizzoPiazza di Villa Fiorelli
Caratteristiche
TipoParco pubblico
parco storico
Superficie0,009 km2
Inaugurazione1931
GestoreRoma Capitale
AperturaTutti i giorni dall'alba al tramonto
IngressiPiazza di Villa Fiorelli, via Melfi, via Avezzano e via Enna
Realizzazione
ArchitettoRaffaele De Vico
Mappa di localizzazione

Coordinate: 41°53′05.23″N 12°31′23.25″E / 41.884787°N 12.523124°E41.884787; 12.523124

Villa Fiorelli, già Vigna Costantini, è un parco pubblico di 9 000 m² di Roma. Si trova nella piazza omonima del quartiere Tuscolano, nel territorio del Municipio Roma VII.

Ha quattro accessi: dalla piazza omonima fronte la chiesa dei santi Fabiano e Venanzio, via Melfi, via Avezzano e via Enna.

StoriaModifica

 
Palazzina a piazza di Villa Fiorelli (1932) (1935)

L'area oggi destinata a parco faceva parte di una proprietà privata adibita a zona rurale, un tempo molto più ampia, appartenente ai conti Costantini già alla fine del XVIII secolo; il primo insediamento nell'area documentato fu un edificio rustico di proprietà del conte Vincenzo Costantini, citato nel Catasto gregoriano del 1818. Quando, nel 1848, la contessa Teresa Costantini andò in sposa a Luigi Fiorelli, la proprietà passò alla famiglia di quest'ultimo e dalla quale la villa prese il nome; all'inizio del Novecento l'area venne a poco a poco espropriata e quindi edificata. Ciò che resta dell'area verde sono i terreni acquisiti dal Governatorato della Capitale nel 1930, che ne fece un parco pubblico intorno all'area di edilizia popolare.

Una lapide, posta al centro del parco nel 1982, ricorda come a Vigna Fiorelli, nel 1849, avvenne un fatto importante: il generale Giuseppe Garibaldi, ospitato dai Fiorelli perché fieri antipapali e repubblicani della prima ora, vi fece abbeverare il suo cavallo e si riorganizzò con i suoi fedelissimi partendo poi dalle proprietà dei Fiorelli alla volta di Venezia, perché in fuga da Roma dopo la caduta della Repubblica romana.

Il parco è oggi circondato da villette e palazzine di inizio Novecento, un tempo adibite all'edilizia popolare, oggi restaurate e di connotazione borghese.

Nel 2003 il parco è stato restaurato e risistemato, a cura del Comune di Roma, mediante un'importante opera di riqualificazione mirata a riproporre fedelmente l'antica immagine del giardino ottocentesco ed ha assunto un aspetto signorile e curato, sull'impostazione dei parchi urbani inglesi. La nuova Villa Fiorelli è stata inaugurata il 2 dicembre 2004, dall'allora sindaco di Roma Walter Veltroni.

BibliografiaModifica

  • F. Benedettucci, Villa Fiorelli, in Alberta Campitelli (a cura di), Verdi delizie. Le ville, i giardini, i parchi storici del Comune di Roma, Roma, De Luca Editori d'Arte, 2005, pp. 226-227, ISBN 978-88-8016-469-2.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma