Vittorico e Fusciano

Santi Vittorico e Fusciano

Martiri

 
NascitaIII secolo
MorteIII secolo
Venerato daTutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
Ricorrenza11 dicembre

Vittorico e Fusciano sono due martiri cristiani del III secolo, uccisi in Gallia sotto l'impero di Massimiano. Il loro culto come santi risale almeno al VI secolo, quando venne eretta un'abbazia sul luogo del loro martirio.

Secondo una passio tarda (VIII secolo) e leggendaria, erano missionari e giunsero da Roma nelle Gallie assieme a san Dionigi: recatisi ad Amiens per incontrare san Quintino, furono arrestati, fatti torturare e messi a morte dal governatore Rizio Varo.

I loro corpi vennero rinvenuti nel VI secolo da san Lupicino e sulla loro tomba Childeberto I fece erigere una basilica; l'abate Ebrulfo, con l'aiuto di Fredegonda, vi fondò il monastero di Saint-Fuscien-en-Bois.

Il loro elogio si legge nel Martirologio romano all'11 dicembre:

«Nel territorio di Amiens nella Gallia belgica, ora in Francia, santi Vittoríco e Fusciano, martiri.»

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo