Apri il menu principale
Vorlin
Vorlin
Creato daRick Harrison nel 1991
Altre informazioni
TipoSVO
Tassonomia
FilogenesiLingue artificiali
 Lingue artistiche
  Vorlin
Statuto ufficiale
Regolato daJournal of Planned Languages
Codici di classificazione
ISO 639-2art (Lingue artificiali)

Il vorlin è una lingua artificiale sviluppata negli anni novanta da Rick Harrison. Harrison era l'editore della rivista Journal of Planned Languages e preparò una bibliografia dettagliata delle lingue artificiali. Sia l'autore che la lingua ricevettero il rispetto dalla comunità delle lingue artificiali.[senza fonte]

Il principio alla base del Vorlin è che dovrebbe essere "un compromesso tra criteri tecnici ed estetici" and "avoidance of extremes". Questo concetto è la definizione della parola vorlin vor, la prima sillaba contenuto nel nome della lingua, mentre lin vuol dire "lingua".

Indice

StoriaModifica

Il vorlin fu pubblicato per la prima volta il 21 marzo 1991. L'obiettivo era quello di creare una lingua ausiliaria internazionale ottimale, seguendo i principi espressi da Rick Harrison nel suo articolo "Proposed Guidelines for the Design of an Optimal International Auxiliary Language" (Linee guida proposte per la progettazione di una lingua ausiliaria internazionale ottimale). Nel 1997 tuttavia, Harrison annunciò, nel suo articolo "Farewell to Auxiliary Languages", di aver interrotto il suo lavoro sulla creazione di una lingua ausiliaria internazionale (IAL). Nonostante ciò, il progetto Vorlin andò avanti, basandosi sui principi iniziali.

La lingua fu sottoposta a drastici cambiamenti alla fine degli anni 90, in seguito ad alcuni esperimenti condotti dai sostenitori di Harrison e del Vorlin. Con la pubblicazione del documento "The Language Vorlin" il 21 giugno del 1999, Harrison dichiarò permanente la struttura di base.

Nel 2002, Rick Harrison annunciò di voler "sospendere momentaneamente il progetto Vorlin," lasciando aperta la possibilità di rivederlo nel giro di qualche anno.

Caratteristiche principaliModifica

Quella che segue è una descrizione del vorlin come si presenta nella sua ultima revisione risalente al 1999.

CulturaModifica

In "The Language Vorlin", Rick Harrison descrive la "nazione di Vor", che può essere intesa come un prototipo di cultura immaginaria, una caratteristica comune delle lingue artistiche.

Questi sono alcuni elementi interessanti della cultura:

Alfabeto e suonoModifica

Il vorlin usa l'intero set dell'alfabeto latino con un'eccezione. La lettera "q" una volta rappresentava il suono "ng" [ŋ], ma nel 1999 Harrison lo rimpiazzò con un carattere unico nel Vorlin: "una n con una coda crociata". Il carattere eng "ŋ" (U+014B) fu un'alternativa accettabile.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lingue artificiali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingue artificiali