Apri il menu principale
Vox Media
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaAzienda privata
Fondazione14 luglio 2005
Fondata da
  • Jerome Armstrong
  • Tyler Bleszinski
  • Markos Moulitsas
Sede principale
Persone chiave
SettoreEditoria
ProdottiMedia digitali
Slogan«Go Deeper»
Sito web

Vox Media è un'azienda di media digitali statunitense fondata il 14 luglio 2005 con il nome di SportsBlogs Inc. da Jerome Armstrong, Tyler Bleszinski e Markos Moulitsas, con sede a Washington e a New York.[2][3][4] L'azienda ha cambiato nome in Vox Media nel 2011. Al momento possiede otto marchi editoriali: SB Nation (sport), The Verge (tecnologia e cultura), Polygon (videogiochi), Curbed (beni immobili e case), Vox (notizie di interesse generale), Eater (cibo e vita notturna), Racked (shopping, bellezza e moda) e Recode (technology business).[5][6]

Vox Media possiede uffici a Los Angeles, Chicago, Austin e San Francisco. L'azienda gestisce ora oltre 300 siti web con oltre 400 scrittori a disposizione.[3][4]

NoteModifica

  1. ^ Corinne Grinapol, Vox Media Names Trei Brundrett as Its First COO, in Adweek, 6 febbraio 2017. URL consultato il 6 aprile 2018.
  2. ^ Digital Media Hub Vox Valued at $1B as NBCUniversal Invests, in Inc.com. URL consultato il 4 settembre 2015.
  3. ^ a b Joeseph Plambeck, Sports-Centric Web Sites Expand, and Bias Is Welcome (New York Times), 6 giugno 2010.
  4. ^ a b Ronny Kerr, Sports blog and news network continues its rise (Vator.tv), 8 novembre 2010.
  5. ^ (EN) Leslie Kaufman, Vox Takes Melding of Journalism and Technology to a New Level, su The New York Times, 6 aprile 2014. URL consultato il 25 giugno 2018.
  6. ^ Lukas I. Alpert, Comcast Invests $200 Million in Vox Media, in WSJ. URL consultato il 4 settembre 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica