Apri il menu principale

Wild Youth

film del 1918 diretto da George Melford
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo album di Steve Angello, vedi Wild Youth (album).
Wild Youth
Wild Youth (1918) - 1.jpg
Titolo originaleWild Youth
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1918
Durata5 rulli
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.33 : 1
film muto
Generewestern, drammatico
RegiaGeorge Melford
Claude Mitchell (assistente regia)
SoggettoGilbert Parker (romanzo)
SceneggiaturaBeulah Marie Dix
ProduttoreJ. Stuart Blackton (supervisore)
Casa di produzioneFamous Players-Lasky Corporation
FotografiaPaul P. Perry (come Paul Perry)
Interpreti e personaggi

Wild Youth è un film muto del 1918 diretto da George Melford, sotto la supervisione di J. Stuart Blackton. La sceneggiatura di Beulah Marie Dix si basa sull'omonimo romanzo di Gilbert Parker, pubblicato a Filadelfia nel 1919[1]. Prodotto dalla Famous Players-Lasky Corporation e distribuito dalla Paramount Pictures, il film aveva come interpreti Louise Huff, Theodore Roberts, Jack Mulhall, James Cruze, Adele Farrington, Charles Ogle.

TramaModifica

Costretta alle nozze con l'anziano e gretto Joel Mazarine, Louise vive infelice e maltrattata finché non incontra il giovane Orlando. Il marito, geloso, vede l'amore sbocciare tra i due giovani quando Orlando resta nel suo ranch per riprendersi da una ferita di proiettile. Louise, rimasta nei boschi a causa di una caduta da cavallo, non riesce a ritornare a casa e Mazarine accusa Orlando di averla rapita. Orlando, che la ritrova, la riporta al ranch ma Mazarine, furioso, picchia la moglie senza pietà. La donna viene salvata dall'intervento del fedele Li Choo, il suo domestico cinese, che uccide Mazarine.

Del delitto, viene accusato Orlando. La confessione di Li Choo lo scagiona. Louise e Orlando adesso sono liberi di sposarsi.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dalla Famous Players-Lasky Corporation. Venne girato in California a Big Bear Valley, nella San Bernardino National Forest[2]. Nuove fonti riportano che J. Stuart Blackton disegnò di persona le didascalie della pellicola[1].

DistribuzioneModifica

Il copyright del film, richiesto dalla Famous Players-Lasky Corp., fu registrato il 15 marzo 1918 con il numero LP12183[1][3]. Distribuito dalla Paramount Pictures, il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 18 marzo 1918.

Non si conoscono copie ancora esistenti della pellicola che viene considerata presumibilmente perduta[3].

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press, 1988 ISBN 0-520-06301-5

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema