Apri il menu principale
A-WA
A-WA Barbi 15.9.2015.JPG
Le A-WA a Tel Aviv nel settembre 2015.
Paese d'origineIsraele Israele
GenereMusica elettronica
Periodo di attività musicale2015 – in attività
EtichettaTôt ou tard · VF Musiques
Album pubblicati1
Sito ufficiale

Le A-WA (in arabo significa ) sono un trio di cantanti israeliane di origini yemenite. Il loro singolo intitolato "Habib Galbi" (“Love of My Heart”) è diventata un successo mondiale, con la sua musica tradizionale yemenita mista a musica hip-hop ed elettronica.[1]

StoriaModifica

Sono cresciute a Shaharut, una cittadina israeliana nel sud verso la Giordania. Le tre sorelle - Tair, Liron e Tagel - hanno iniziato la loro esperienza musicale in arabo, ritrovando le proprie radici yemenite, dovute ai nonni paterni emigrati dallo Yemen negli anni '50. Il primo cantante a registrare il patrimonio musicale yemenita fu Shlomo Moga'a negli anni '60, di cui hanno ripreso alcune canzoni che ascoltavano da bambine. L'incontro con la musica è avvenuta quando le ha ascoltate Tomer Yosef, cantante dei Balkan Beat Box e anch'egli di origini yemenite, che ha fornito le sonorità agli silsulim delle tre sorelle.

Il loro primo album, Habib Galbi, è composto da 12 tracce, con pezzi hip hop e titoli tratti dalle poesie d'amore arabe, come Ya Rateish Al Warda (Se tu fossi una rosa) è Zangabila (La pianta di zenzero). Il loro fervore musicale in Israele è chiamato "mizrahì", tipico degli ebrei di origine africana e mediorientale.

Sono molti gli artisti israeliani che hanno cominciato ad utilizzare l'arabo per i propri lavori. Dudu Tassa, cantautore di origine irachena, trae i suoi pezzi dai lavori del nonno e prozio, Daoud e Saleh El Kuweiti, celebri cantanti che emigrarono in Israele negli anni '50, lavorando poi come negozianti. Dudu Tassa ha ripreso le canzoni in arabo iracheno aggiungendo sonorità contemporanee in due album: Dudu Tassa and the Kuweitis e Ala Shawati. Anche Neta Elkayam, di origine marocchina, realizzando un progetto dedicato alle canzoni di artisti ebrei marocchini e algerini della metà del secolo scorso come Samy El Maghribi, Line Monty e Maurice El Medioni.

DiscografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) The Israeli Sisters Whose Music Video is Sweeping Across the Arab World, in Jewniverse, 23 marzo 2015. URL consultato il 2 febbraio 2018.

BibliografiaModifica

  • Alessandra Abbona, "Si balla sulle note dello Yemen", Pagina99, 23 aprile 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2017017342 · WorldCat Identities (ENno2017-017342
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica