AM 0644-741

galassia nella costellazione del Pesce Volante
AM 0644-741
Galassia ad anello
AM 0644-741.jpg
AM 0644-741 (Telescopio spaziale Hubble)
Dati osservativi
(epoca J2000.0)
CostellazionePesce Volante
Ascensione retta06h 43m 06,1s
Declinazione−74° 13′ 35″
Distanza300 milioni a.l.
(92 milioni pc)
Magnitudine apparente (V)+13,96
Dimensione apparente (V)1',7
Redshiftz=0,022029
Caratteristiche fisiche
TipoGalassia ad anello
Classe(S0-) + Anello
Dimensioni150 000 a.l.  
Altre designazioni
Lindsay-Shapley Ring, Southern Ellipse, PGC 19481, AM 0644-741, ESO 34-11, VV 785, IRAS 06443-7411, SGC 064425-7411.1
Mappa di localizzazione
AM 0644-741
Volans IAU.svg
Categoria di galassie ad anello

Coordinate: Carta celeste 06h 43m 06.1s, -74° 13′ 35″

AM 0644-741 è una galassia lenticolare non barrata ed una galassia ad anello, situata in direzione della costellazione del Pesce Volante alla distanza di circa 300 milioni di anni luce dalla Terra. Nella galassia si identificano un nucleo giallastro, che è quanto rimane di una galassia spirale, e un anello bluastro periferico che circonda il centro, del diametro di circa 150.000 anni luce (una volta e mezza il diametro della Via Lattea)[1][2].

Si ipotizza che l'anello sia il risultato di una collisione con un'altra galassia che ha attraversato il disco di AM 0644-741; la conseguente perturbazione gravitazionale esercitata ha creato un'onda d'urto che ha espulso la polvere e i gas da AM 0644-741, che si sono condensati fino a creare l'anello periferico. Inoltre il processo ha innescato attivi fenomeni di formazione stellare con la creazione di una popolazione di giovani stelle blu, calde e massicce. Le regioni rosa presenti lungo l'anello sono costituite invece da nubi rarefatte di idrogeno rese incandescenti per la forte irradiazione ultravioletta proveniente dalle stelle blu[1][2].

Sono state effettuate delle simulazioni per predire l'evoluzione che avrà l'anello di AM 0644-741; si ritiene che il processo di espansione proseguirà per circa altri 300 milioni di anni e, in seguito, l'anello inizierà a disgregarsi[1][3].

NoteModifica

  1. ^ a b c HubbleSite - NewsCenter - The Lure of the Rings (04/22/2004) - Release Images, su hubblesite.org. URL consultato il 30 agosto 2015.
  2. ^ a b (EN) Alex Antunes e John Wallin, Dynamical Parameters for AM 0644–741, in The Astrophysical Journal, vol. 670, n. 1, 20 novembre 2007, pp. 261, DOI:10.1086/522022. URL consultato il 30 agosto 2015.
  3. ^ Laura K. Sturch e Barry F. Madore, TYPHOON observations of the Lindsay-Shapley Ring, vol. 7, 1º settembre 2011, pp. 180–182, DOI:10.1017/S1743921312009027. URL consultato il 30 agosto 2015.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari