Per abjad (o alfabeto consonantico) si intende un alfabeto composto da sole consonanti, dove le vocali sono dedotte dal lettore; nella tradizione delle lingue semitiche ne sono un esempio l'alfabeto arabo, l'alfabeto ebraico, l'alfabeto fenicio e l'aramaico.

DescrizioneModifica

Il nome abjad deriva dalle prime lettere dell'alfabeto arabo storico (e non dalla sua versione attuale, che raggruppa le lettere secondo la loro forma grafica): ʾalif, bāʾ, ǧīm e dāl, le quali formano l'acronimo abjad (in arabo: أﺑﺠﺪ‎). Al pari dell'analogo abugida, il termine abjad è stato introdotto dal linguista statunitense Peter T. Daniels in luogo del tradizionale alfabeto (nella sua terminologia, riservato ai sistemi di scrittura di tipo fonemico).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica