Accelerated Evolution

album della The Devin Townsend Band del 2003
Accelerated Evolution
ArtistaThe Devin Townsend Band
Tipo albumStudio
Pubblicazione31 marzo 2003
Durata54:30
Dischi1
Tracce9
GenereProgressive metal
Alternative metal
EtichettaHevyDevy, Inside Out
ProduttoreDevin Townsend
Registrazionesettembre-novembre 2002, The Armory, Merchland e Hipposonic Studios, Vancouver (Canada)
FormatiCD, 2 CD, 2 LP, download digitale
The Devin Townsend Band - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2006)

Accelerated Evolution è il primo album in studio del gruppo musicale canadese The Devin Townsend Band, pubblicato il 31 marzo 2003 dalla HevyDevy Records.

DescrizioneModifica

Scritto interamente da Devin Townsend, l'album è un mix di progressive metal con influenze tendenti al rock alternativo. Fu scritto parallelamente alla sua carriera, all'epoca ancora attiva, con gli Strapping Young Lad, periodo durante il quale formò il proprio gruppo solista con cui poter suonare altra musica: Brian Waddell alle chitarre, i fratelli Dave e Mike Young, il primo alle tastiere e il secondo al basso e Ryan Van Poederooyen alla batteria.

Musicalmente l'album risulta abbastanza diverso rispetto alle pubblicazioni di Townsend con gli Strapping Young Lad. L'intenzione del musicista infatti era che il disco fosse più accessibile rispetto ai suoi precedenti lavori, senza però che scadesse nel banale.[1] Nel disco infatti viene dato maggiore spazio al cantato pulito, senza tralasciare il "muro di suoni" tipico di Townsend caratterizzato da molteplici sovraincisioni di chitarre e tastiere.[2]

Inizialmente l'album sarebbe dovuto chiamarsi Relationships, ma è stato poi cambiato in Accelerated Evolution, che sta a simboleggiare come Townsend, nell'arco di un solo anno sia passato da suonare solo con gli Strapping Young Lad a formare un nuovo gruppo con cui suonare. La copertina è stata realizzata da Travis Smith, con il quale il musicista aveva collaborato in passato per quelle di Terria e gli album degli Strapping Young Lad.

PubblicazioneModifica

L'album è stato pubblicato il 31 marzo 2003 in Canada tramite l'etichetta indipendente di Devin, la HevyDevy Records, in Giappone tramite la Sony e in Europa e in Nord America tramite la Inside Out Music.

Successivamente, la Inside Out ha distribuito un'edizione speciale contenente un CD aggiuntivo intitolato Project EKO, contenente tre brani di musica elettronica composti nel 2002.

TracceModifica

Testi e musiche di Devin Townsend.

  1. Depth Charge – 6:04
  2. Storm – 4:39
  3. Random Analysis – 5:59
  4. Deadhead – 8:05
  5. Suicide – 6:45
  6. Traveller – 4:13
  7. Away – 7:49
  8. Sunday Afternoon – 6:20
  9. Slow Me Down – 4:36
Project EKO – CD bonus nell'edizione speciale
  1. Locate – 6:58
  2. Echo – 5:28
  3. Assignable – 5:22

FormazioneModifica

Gruppo
  • Devin Townsendchitarra, voce, effetti sonori, cori
  • Brian Waddell – chitarra, arrangiamento aggiuntivo
  • Mike Young – basso, arrangiamento aggiuntivo
  • Dave Young – tastiera, arrangiamento aggiuntivo
  • Ryan Vanpoederooyen – batteria, arrangiamento aggiuntivo
Altri musicisti
  • Chris "The Heathen" Valagao – cori
  • Carla Levis – cori
Produzione
  • Devin Townsend – produzione, ingegneria del suono, missaggio
  • Shaun Thingvold – ingegneria del suono, missaggio
  • Misha Rajaratnam – assistenza tecnica
  • Dan Kearley – assistenza tecnica
  • Carla Levis – assistenza tecnica
  • Scott Cooke – assistenza tecnica
  • Jay Vanpoederooyen – assistenza tecnica
  • Lori Bridger – assistenza tecnica
  • Chris Guy – assistenza tecnica
  • Goran Finnberg – mastering
  • Omer Shaked – fotografia
  • Travis Smith – grafica, layout

ClassificheModifica

Classifica (2003) Posizione
massima
Francia[3] 135

NoteModifica

  1. ^ Popoff, Martin (Winter–Spring 2003). "Strapping Young Lad." Lollipop Magazine (61).
  2. ^ (EN) Devin Townsend Accelerated Evolution, su knaclive.com, Knack.com, 2003. URL consultato il 1º agosto 2015.
  3. ^ (NL) The Devin Townsend Band - Accelerated Evolution, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 24 novembre 2019.

Collegamenti esterniModifica