Apri il menu principale
Ere rabbiniche
  1. Zugot
  2. Tannaim
  3. Amoraim
  4. Savoraim
  5. Gaonim
  6. Rishonim
  7. Acharonim
AcharonimRishonimGeonimSavoraimAmoraimTannaimZugot

Acharonim (in ebraico: אחרונים Aḥaronim?; sing. אחרון, Aḥaron; lit. "gli ultimi") è un termine usato nella Legge (Halakhah) e storia ebraiche per indicare le autorità rabbiniche ed i poskim (decisori legali, giuristi) che sono vissuti dal XVI secolo circa e fino ad oggi.

Gli Acharonim seguono i Rishonim, i "primi" - studiosi rabbinici in auge dall'XI al XVI secolo, successivi ai Gaonim (o anche Geonim e/o Gheonim) e precedenti alla Shulchan Arukh. La pubblicazione della Shulchan Arukh quindi segna il passaggio dall'era dei Rishonim a quella degli Acharonim.

Conseguenze del passaggioModifica

Secondo la tradizione dell'Ebraismo ortodosso autorità rabbiniche di una particolare era nell'ambito dello sviluppo halakhico non disputano mai le decisioni definitive degli studiosi dell'era precedente alla propria quindi gli Acharonim non possono disputare le decisioni dei rabbini delle ere precedenti, a meno che non trovino il supporto di rabbini di ere anteriori.[1]

La questione di quali decisioni antecedenti possano o non possano essere contese ha portato a definire con precisione quali decisioni siano nell'ambito temporale dell'era degli Acharonim. Secondo molti rabbini la Shulchan Arukh proviene da un Acharon. Altri affermano che il Beit Yosef di Rabbi Yosef Karo abbia lo status halakhico dell'opera di un Rishon mentre la sua successiva Shulchan Arukh abbia lo status dell'opera di un Acharon. Tale tipo di compromesso viene eliminato dall'inclusione di un'era separata di studiosi rabbinici, chiamata Kov'im (ebraico: קובעים) "i consolidatori".

Acharonim famosiModifica

NoteModifica

  1. ^ Vedi Kesef Mishna (Maamrim 2:2), Kovetz Igros Chazon Ish (2:26)

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ebraismo