Achille Peri

compositore e direttore d'orchestra italiano

Achille Peri (Reggio nell'Emilia, 20 dicembre 1812Reggio nell'Emilia, 28 marzo 1880) è stato un compositore e direttore d'orchestra italiano, conosciuto soprattutto per le sue opere, fortemente influenzate dalla musica di Giuseppe Verdi.

Achille Peri

BiografiaModifica

Peri iniziò l'educazione musicale nella città natale, prima di intraprendere ulteriori studi a Parigi con Michele Carafa. Fondò a Parigi una compagnia d'opera itinerante, ma tornò in Italia dopo che questa fallì. Cominciò a lavorare come direttore al Teatro Comunale di Reggio Emilia, dove la sua prima opera, Il solitario, fu rappresentata il 29 marzo 1841. La terza opera, Dirce, fu la prima a ottenere ampio successo in Italia. Fu seguita da una delle sue composizioni più popolari, Tancreda, che ebbe la prima rappresentazione al Teatro Carlo Felice nel 1847 e fu poi data, tra l'altro, al Teatro Regio di Parma e al Teatro comunale di Bologna (nel 1854). Tra gli altri successi I fidanzati (1856, Teatro Carlo Felice), Vittor Pisani (1857, Reggio Emilia), e Giuditta (1860, Teatro alla Scala). Oltre alle opere scrisse anche una piccola quantità di musica sacra.

Gli è stato dedicato il conservatorio di Reggio Emilia[1]

ComposizioniModifica

OpereModifica

Musica sacraModifica

  • De profundis, per coro a quattro voci e organo
  • Salve regina, per coro

Canto e pianoforteModifica

  • Il pianto, arietta
  • Sotto il salice piangente, romanza
  • Te pur mia vita, romanza
  • Torquato Tasso alla tomba di Eleonora, romanza
  • L'addio della giovine nizzarda, scena e aria

Lavori per pianoforteModifica

  • Armonie originali
  • Buon augurio, valzer
  • Farfalla, capriccio
  • Gran valzer fantastico
  • Mazzetto di fiori, notturno
  • Mie veglie, sonata
  • Rimembranze di Milano, mazurka da concerto
  • Un saluto a Napoli, tarantella
  • Ricreamento moderno ed utile: nuove suonatine precedute da esercizi, per pianoforte a quattro mani

AltroModifica

  • Quartetto per archi
  • Quintetto per 2 violini, viola e due violoncelli

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3200365 · ISNI (EN0000 0000 6635 7919 · Europeana agent/base/123702 · LCCN (ENn97863731 · GND (DE115458344 · BNE (ESXX1375224 (data) · BAV (EN495/160510 · CERL cnp00375269 · WorldCat Identities (ENlccn-n97863731