Achis, o Abimelec[1], (dall'ebraico Ākīsh, in greco antico Ἀγχοῦς; ... – ...), è stato un re filisteo di Gath, figlio di Maaca. Il fedele leader delle sue truppe era il famoso gigante Golia.

StoriaModifica

Per sfuggire alle persecuzioni di Saul, Davide si rifugiò più volte presso di lui. La prima volta, Davide dovette fingersi pazzo. Una seconda volta si rifugiò con i suoi uomini da Achis per un anno e quattro mesi, divenendo per quel periodo suo vassallo, il quale gli concesse la città filistea di Ziklag e un piccolo esercito, con il quale il futuro re compì numerose razzie contro i Ghesuriti, i Ghirziti e gli Amaleciti. Dopo che Davide si attirò l'odio d'Israele attraverso le scorrerie, Achis decise di nominarlo sua guardia del corpo. Ma gli altri capi della Filistia non si fidavano di Davide, e pressarono Achis perché venisse mandato via prima della battaglia con Israele.

Quarantatré anni dopo, i due servi di Simei fuggirono presso Achis, ma Simei, una volta arrivato a Gat, li ricondusse presso di sé.

FontiModifica

NoteModifica