L'aderazione (in latino adaeratio) consiste nella conversione monetaria di tributi teoricamente richiesti in natura. Etimologicamente, il termine latino è formato col preverbio ad la radice del sostantivo aes, aeris ('bronzo', ma per estensione 'moneta'). Letteralmente, quindi, significa proprio 'trasformazione (di qualcosa) in moneta'.

Aderazione nella tarda antichità modifica

Lo storico Santo Mazzarino studiò, per il periodo tardo-antico, la notevole divaricazione tra gli alti valori richiesti dall'autorità fiscale per l'adaeratio dei cavalli, e il loro prezzo di mercato, e interpretò l'aderazione come un fenomeno rivelatore della lotta di classe che contrapponeva i contadini agli esattori[1].

Note modifica

  1. ^ Santo Mazzarino, La fine del mondo antico. Le cause della caduta dell'impero romano, Bollati Boringhieri, Milano, 2008 (prima ed. 1959)