Apri il menu principale

Adorazione dei pastori (Ribera Castellammare di Stabia)

Adorazione dei pastori
Concattedrale di MS Assunta HD 20.JPG
La tela
AutoreJusepe de Ribera
Data1650 circa
Tecnicaolio su tela
UbicazioneConcattedrale di Santissima Maria Assunta e San Catello, Castellammare di Stabia

L'Adorazione dei pastori è un dipinto a olio su tela di Jusepe de Ribera databile intorno al 1650 e conservato nella concattedrale di Santissima Maria Assunta e San Catello a Castellammare di Stabia.

Storia e descrizioneModifica

L'opera, conservata nella crociera di sinistra della concattedrale di Castellammare di Stabia, è quasi uguale a quella esposta al Louvre, con l'unica eccezione che quella parigina è dipinta in verticale, mentre quella stabiese in orizzontale: non conoscendo la data di realizzazione non è quindi possibile definire quale delle due sia la copia dell'altra[1].

La scena si svolge in un'ambientazione incerta, forse una grotta o un capanno, con il solito fondo scuro, tipico del pittore, illuminato da uno squarcio di cielo azzurro, nel quale si intravede l'angelo dell'annuncio ai pastori: al centro, in un giaciglio di paglia, il bambino Gesù con a sinistra Maria, secondo alcuni dipinta con le sembianze della figlia del Ribera[1], in un atteggiamento orante, ed in posizione arretrata san Giuseppe che guarda il figlio; completano l'opera tre pastori, due dei quali osservano Gesù, mentre un altro è intento a portare un dono (quest'ultimo non presente nella tela esposta al Louvre) ed una donna, con un cesto sulle spalle, rivolta verso lo spettatore. Tra i vari animali presenti si riconoscono l'asino ed il bue, un cane, e, ai piedi della culla, un agnello coi piedi legati, simbolo della morte[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c Le opere di Jusepe de Ribera a Castellammare di Stabia, su Liberoricercatore.it, Giuseppe Zingone. URL consultato l'8 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2009).

Collegamenti esterniModifica