Apri il menu principale

Morfologia e habitatModifica

Gli adulti sono insetti di piccole dimensioni, con corpo lungo 3-10 mm, delicato.

Il capo è allungato e suddiviso longitudinalmente in due lobi da un restringimento dietro gli occhi e con ocelli disposti sul lobo posteriore. Gli occhi sono a volte ridotti. È provvisto di antenne lunghe e di un breve rostro composto di 4 segmenti.

Il torace ha il pronoto di forma subtrapezoidale. Le ali sono bene sviluppate oppure più o meno ridotte. Quella anteriore è interamente membranosa, ha una venulazione semplificata e mostra un'interruzione della costa (frattura costale); una seconda frattura decorre all'interno longitudinalmente, come nei Dipsocoromorpha. In posizione di riposo, le ali si dispongono orizzontalmente sovrapponendosi a vicenda, senza formare la tipica commissura clavale ricorrente nella maggior parte degli Eterotteri. Le zampe anteriori sono talvolta di tipo raptatorio.

Biologia e diffusioneModifica

Gli Aenictopecheidae sono insetti piuttosto rari, rappresentati nelle regioni neotropicale, afrotropicale, orientale e australasiana.

SistematicaModifica

La famiglia comprende 20 specie ripartite fra 10 generi. La suddivisione interna si articola in 4 sottofamiglie:

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi