Apri il menu principale

Aha (faraone)

faraone egizio
(Reindirizzamento da Aha (sovrano))
Aha
GlazedFiaenceVesselFragmentNameOfAha-BritishMuseum-August21-08.jpg
Frammento di stoviglia recante il serekht di Aha (da Abydos, tempio di Osiride), Londra, British Museum
Re dell'Alto e Basso Egitto
Stemma
Incoronazione 3125 a.C.[1]
Predecessore Narmer
Successore Djer
Morte 3100 a.C.[1]
Sepoltura Tomba B10-B15-B19
Luogo di sepoltura Umm el-Qa'ab
Dinastia I dinastia egizia
Consorte Benerib (regina principale), Kentap

Aha (... – 3100 a.C.) è stato un faraone egizio, appartenente alla I dinastia.

BiografiaModifica

Le notizie su questo sovrano sono estremamente scarse e frammentarie.

Il nome Aha compare nella Pietra di Palermo come unificatore dell'Egitto.

Questo fatto, unito al ritrovamento di una placchetta d'avorio dove, insieme al nome Aha, è riportato il geroglifico mn (leggibile come Meni), ha indotto alcuni studiosi, tra cui Jürgen von Beckerath, a ipotizzare che Narmer - Meni - Aha siano nomi di uno stesso sovrano.

Una placca di ebano rinvenuta ad Abydos commemora una campagna contro i nubiani. È possibile che si debba a lui l'estensione del confine meridionale fino al nomos di Elefantina.

In altre iscrizioni il suo nome è accompagnato da Ricevendo l'Alto e il Basso Egitto e quindi è ipotizzabile che Aha abbia operato per consolidare l'opera di Narmer, suo predecessore.

Il Papiro Ebers, compilato in epoca hyksos, riporta la tradizione che vorrebbe Aha come medico, tradizione citata anche da Sesto Giulio Africano.

Regina principale di Aha potrebbe essere stata Benerib (Colei il cui cuore è dolce) e regina secondaria Khentap.

Nell'ipotesi che Aha e Narmer siano la stessa persona, avente il nome "Meni" come titolo, il ruolo di regina principale spetterebbe a Neithotep, probabilmente non madre di Djer, successore di Aha, a cui avrebbe fatto da reggente.

La tomba di Aha è stata identificata nel complesso B10-15-19 nella necropoli di Umm el-Qa'ab presso Abydos, e presenta le tracce di sacrifici umani di servitori, per accompagnare il re nell'oltretomba.

Liste RealiModifica

Lista di Abydos Lista di Saqqara Canone Reale Anni di regno
(Canone reale)
Sesto Africano Anni di regno
(Sesto Africano)
Eusebio di Cesarea Anni di regno
(Eusebio di Cesarea)
Altre fonti:
Pietra di Palermo
2
 
 
 
 
 

t t i - Teti


 
 

non presente

2.12
 
  
(?)
 

i t (t) - Ite(t)

illeggibili Athotis 57 Athotis 27 Aha

TitolaturaModifica

Titolo Traslitterazione Significato Nome Traslitterazione Lettura (italiano) Significato
 
ḥr Horo
 
 
՚h3 Aha Il combattente
 
nbty (nebti) Le due Signore
 
 
 
tti Teti Teti
 
ḥr nbw Horo d'oro
 
 
 
 
nsw bjty Colui che regna
sul giunco
e sull'ape
 
 
 
 
 
t t i Teti
  
s3 Rˁ Figlio di Ra
 
Non ancora in uso
 

Altre datazioniModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Cimino, Franco - dizionario delle dinastie faraoniche, p 467
  2. ^ Erik Hornung, Rolf Krauss, David A. Warburton - Ancient Egyptian Chronology - Brill Academic Publishers 2006
  3. ^ Chronologie des Pharaonischen Ägypten (Chronology of the Egyptian Pharaohs), Mainz am Rhein: Verlag Philipp von Zabern. (1997)
  4. ^ (con John Baines), Atlante dell'antico Egitto, ed. italiana a cura di Alessandro Roccati, Istituto geografico De Agostini, 1980 (ed. orig.: Atlas of Ancient Egypt, Facts on File, 1980)

BibliografiaModifica

  • Cimmino, Franco - Dizionario delle dinastie faraoniche - Bompiani, Milano 2003 - ISBN 88-452-5531-X
  • Edwards, I.E.S. - Il dinastico antico in Egitto - Storia antica del Medio Oriente 1,3 parte seconda - Cambridge University 1971 (Il Saggiatore, Milano 1972)
  • Gardiner, Alan - La civiltà egizia - Oxford University Press 1961 (Einaudi, Torino 1997) - ISBN 88-06-13913-4
  • Wilson, John A. - Egitto - I Propilei volume I -Monaco di Baviera 1961 (Arnoldo Mondadori, Milano 1967)
  • Grimal, Nicolas - Storia dell'antico Egitto - Laterza, Bari, 1990 - ISBN 8842036013

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica